Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

Slow Food mette in pratica il messaggio ecologista di Papa Francesco

A tre anni dalla pubblicazione dell'Enciclica Laudato si' di Papa Francesco, Carlo Petrini presidente Slow Food e il Vescovo di Rieti Domenico Pompili si uniscono per creare libere comunità con vocazione ecologista ed etica, le Comunità Laudato si'
Papa Francesco - foto Ipa

Tre anni fa fu pubblicata l’Enciclica Laudato si’, una riflessione di Papa Francesco che ha creato una svolta nella storia della Chiesa e nel credo ecologista. «Non c’è ecologia senza giustizia e non ci può essere equità in un ambiente degradato», faceva drammaticamente il punto su un tema scottante il Pontefice. 

Oggi il fondatore di Slow Food Carlo Petrini e il Vescovo di Rieti Domenico Pompili si sono uniti nel comune intento di tradurre in pratica gli insegnamenti di questa vibrante enciclica. Grazie all’impegno di due personalità dalle origini e dalla missione così differenti, stanno sorgendo ovunque in Italia le prime Comunità Laudato si.

Si tratta di libere associazioni per dare una vita pratica alla voce del Papa, aperte a laici e religiosi, credenti e non credenti.  Nascono come organizzazioni nuove o dove già ci si riunisca - la parrocchia, una associazione, la condotta Slow Food - , non hanno regolamenti ma un semplice indirizzo morale di massima riassunto da alcune linee guida. In piena autonomia i membri di queste Comunità si impegnano a educare su temi di ecologia integrale, giustizia sociale, solidarietà, attraverso conferenze, eventi, corsi e laboratori coinvolgendo il territorio di loro competenza. 

Sorte da poco, già dieci comunità sono attive in Italia e all’estero e presto diventeranno quaranta. Tutte le comunità condividono il codice etico e l’impegno comune a contribuire alla realizzazione del centro di studi internazionali su tematiche ambientali e loro ricadute sociali Casa Futuro - Centro Studi Laudato si’ che avrà sede ad Amatrice. Per ospitarlo, sarà ristrutturata la Casa di Accoglienza Don Minozzi, che potrà ospitare giovani per stage, campi estivi, eventi formativi. Dopo una tragedia, un simbolo di speranza per un mondo più equo e sostenibile. 

Per aderire alle comunità Laudato si’: info@comunitalaudatosi.org   Tel 388 8881848

Info: http://comunitalaudatosi.org 

Elena Bianco