Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni cadutaConfucio

Rincari delle bollette sospesi dall'Antritrust

Un provvedimento cautelare a tutela della clientela che nasce dal fatto che dal 24 marzo le telecomunicazioni torneranno alla fatturazione mensile
Rincari delle bollette sospesi dall'Antritrust, dopo lo stop della fatturazione a 28 giorni

L' Antitrust ha stabilito la “sospensione cautelare” dei rincari delle bollette telefoniche, decisi dagli operatori dopo l'introduzione dell'obbligo di fatturazione mensile che sostituisce quella dei 28 giorni. La tesi dell’Antitrust parte da due presupposti. Il primo: seppur a poca distanza dall’avvio dell’istruttoria (che è di metà febbraio) ci sarebbero prove già evidenti, quasi “in flagranza”, dell’intesa che Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb, per il tramite dell’associazione di categoria Asstel, avrebbero creato a restrizione della concorrenza nel momento in cui tutti quattro gli operatori hanno deciso di mantenere gli aumenti scaturiti dal passaggio alla fatturazione a 28 giorni. Secondo presupposto: con un’istruttoria che può andare avanti mesi occorre intervenire subito. L'Antitrust ha quindi indicato loro di «definire la propria offerta in modo autonomo».

Un provvedimento cautelare a tutela della clientela che, a quanto si legge nel provvedimento pubblicato ieri sul sito dell’Agcom, nasce dal fatto che in un periodo compreso fra il 24 marzo e il 5 aprile le telecomunicazioni torneranno alla fatturazione mensile (obbligatoria per legge di fine 2017), dopo la parentesi delle fatturazioni a 28 giorni che ha portato a un corpo a corpo anche con l’altra autorità: l’Agcom.