Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

L'appello del papà di Nico: "Abbracciate spesso i vostri figli, la vita è preziosissima"

"Maledetto e spaventoso alcol. La vita non può esser ceduta in cambio di uno sballo". Queste sono le accorate e commoventi parole del padre del giovane ragazzo napoletano che ha perso la vita nella notte di Pasqua di ritorno dalla discoteca
L'appello del papà di Nico ai genitori e ai figli
Nico Marra.

Mio figlio era un ragazzo pazzesco, con un cuore e una mente enorme, con una vita a disposizione ma che gli andava stretta per le tantissime cose che programmava e del quale era il primo realizzatore”. E’ uno dei passaggi della lettera che Antonio Marra, papà di Nicola il giovane di 21 anni di Napoli che ha perso la vita in un tragico incidente la notte di Pasqua. Secondo l’autopsia, il giovane napoletano, di ritorno da una serata in discoteca a Positano, sarebbe deceduto sul colpo dopo un volo di circa 70 metri.

Nella lettera a Il Mattino il papà di Nico lancia un appello a tutti, genitori e figli affinché la morte del ragazzo non sia vana: "Maledetto e spaventoso alcol! Ma perché tutto questo…? Nico ha voluto inconsapevolmente, casualmente ma purtroppo tragicamente, manifestare che si è arrivati a un punto di non ritorno. E adesso sto a piangerlo con un dolore che mi fa morire giorno dopo giorno, ma che mi fa rabbia e costringe ad urlare che non può e non deve succedere. Abbracciate i vostri figli, coccolateli, fate loro leggere queste parole, la vita è preziosissima, non può essere ceduta in cambio di uno sballo. Ho visto gente che vomitava, camicie stracciate, sembrava un campo di guerraIl ritorno a casa dopo il divertimento deve essere qualcosa di normale e scontato. Non si può pregare e sperare ogni volta nel miracolo ordinario di rivedere il proprio figlio riposare, al sicuro, nel proprio letto. A me non è più consentito… Ciao Nico. Papà ti ama".