Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni cadutaConfucio

Si respira cultura in centro a Padova

di Alessandro Ragazzo
Libri antichi, oggetti curiosi, reperti rari, opere d’arte inedite e rappresentative del talento di Pittori professionisti e non animeranno sabato e domenica la “Cittadella Francescana”
Si respira cultura in centro a Padova
Il libro più piccolo del mondo

Secondo fine settimana a Padova per la quarta edizione della rassegna d’arte “All’ombra del Gattamelata” e la seconda de “Libri sotto i portici”, con il mercato dei libri e degli oggetti Antichi, manifestazioni organizzate dall’Associazione Gattamelata, che da oltre venticinque anni s’impegna nel recupero e per valorizzare una delle zone più caratteristiche della città: la “Cittadella francescana”.

Sabato 14 e domenica 15 aprile, piazza del Santo, via Cesarotti, via del Santo, torneranno a essere i punti per ammirare, opere d’arte di pittura, di scultura e fotografia, libri antichi, oggetti d’arte e di antiquariato, trasformando quelle che sono tra le strade più antiche di Padova in vere e proprie gallerie d’arte all’aperto.

Per questo secondo appuntamento sono stati molti gli artisti, i librai e gli antiquari che hanno confermato la loro presenza e che si preparano a mostrare oggetti preziosi, curiosi, mai visti e opere d’arte inedite e rappresentative del loro talento.

E da uno dei librai di più antica e rinomata presenza in città, Ai due santi, giunge l’oggetto più raro, prezioso e curioso: il libro più piccolo del mondo!

Si tratta di un’edizione della “Lettera di Galileo a Maria Cristina di Lorena”, stampato a Padova dalla Stamperia Selmin nel  1897 con caratteri mobili incisi in oro in un micron di millimetro, dimensioni cm 1,7 x 1,1.

«È un’opera unica al mondo – spiega il titolare della libreria Marco Satta dal 1992, originariamente presente in città nelle due sedi, una in via San Francesco e una in Via del Santo, e dal 2009 nella unica sede di Via del Santo –. Ogni carattere è inciso a mano su oro dall’orafo e stampatore Selmin. Il libro conta 205 pagine più il colophon ed è perfettamente leggibile. Lo abbiamo acquistato da un collezionista ed è quotato 2.000,00 euro. Ne esistono pochi esemplari ed è un libro molto raro. Lo esporremo sabato 14 aprile nell’ambito della Rassegna “Libri sotto i portici”, e chi vorrà potrà venire ad ammirarlo».

Per quanto riguarda “All’ombra del Gattamelata”, tra gli artisti presenti ci saranno il pittore Gianfranco Morello, che nelle sue opere interpreta il mondo contemporaneo raccontando con sincero verismo, i temi della cronaca quotidiana: il mondo del lavoro, l’immigrazione, i conflitti bellici, l’emarginazione e la solitudine, pur conservando una speranza, una luce di redenzione verso un futuro migliore. Padovano, Morello inizia a dipingere nel 2008 sotto la guida del maestro Bruno Gorlato, di seguito prosegue da autodidatta pur frequentando numerosi corsi per perfezionare la tecnica pittorica e nel contempo garantire un continuo confronto con maestri pittori. Durante l’ultima edizione della rassegna, Morello ha vinto il secondo premio alla prima edizione del concorso di pittura del “Giugno Antoniano”, aperto a tutti i pittori professionisti e non, in programma quest’anno per domenica 17 giugno 2018, sul tema “Sant’Antonio e i Giovani”.

Il calendario dei prossimi appuntamenti prevede per “Libri sotto i portici” i sabati 26 maggio, 16 giugno, 22 settembre e 27 ottobre. Per “All’Ombra del Gattamelata”, ci si troverà le domeniche 27 maggio, 17 giugno, 23 settembre e 28 ottobre.