Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni cadutaConfucio

I Tarocchi del Mantegna in mostra a Milano

di Redazione Cultura
Cinquanta piccoli capolavori incisi a bulino, testimonianza dell’attrazione per le arti magiche e occulte dei grandi del Rinascimento
Tarocchi del Mantegna
Tarocchi del Mantegna

Dal 17 aprile fino al 1° luglio 2018, la Pinacoteca Ambrosiana  a Milano, in via piazza Pio XI 2, ospiterà la mostra che presenta i “Tarocchi del Mantegna” nelle collezioni della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano.

I cosiddetti “Tarocchi del Mantegna” sono composti da 50 stampe incise a bulino di altissima qualità, caratterizzate da un tratto molto sottile, grande dovizia di particolari, un raffinato sistema di tratteggio incrociato per le ombreggiature, divise in cinque serie di 10 elementi ciascuna, che raffigurano nell’insieme l’uomo come microcosmo e l’universo come macrocosmo. Interessanti testimonianze grafiche di quanto l’esoterismo, l'alchimia e la magia fossero importanti nell’ispirare le opere dei grandi del Rinascimento.

L’esposizione, curata da Laura Paola Gnaccolini, propone 28 dei 31 fogli, giunti in Ambrosiana forse già con il nucleo di opere di Federico Borromeo, della più antica e celebre serie a stampa realizzata in Italia Settentrionale nella seconda metà del Quattrocento, ma anche la più misteriosa, per ciò che attiene al possibile autore, luogo di produzione e scopo di realizzazione.

L’UOMO DIVINO. Ludovico Lazzarelli e i Tarocchi del Mantegna nelle collezioni dell’Ambrosiana
Milano, Veneranda Biblioteca Ambrosiana

A.D.