Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

Il gatto Mirò conquista la Cina, che gli dedica un intero parco a tema

di Redazione Cultura
Nato a Torino dall’idea artistica di Cristina Lastrego e Francesco Testa, il personaggio ha conquistato il cuore dei Cinesi. Nella struttura di Yancheng, vicino a Shanghai, anche un hotel da 30mila persone
La Cina dedica un intero parco a tema al gatto Mirò

Torino - La struttura costerà circa due miliardi e mezzo di euro e si svilupperà su 4mila ettari “All’intero ci saranno anche un’industria culturale, un teatro, un asilo, una fattoria e un castello dedicato al gatto Mirò. I lavori inizieranno entro fine anno”, ha detto il presidente di Baihe Media Wu Min, una delle aziende cinesi coinvolte nel progetto.  

Gatto Mirò è il personaggio principale di una serie animata dedicata all'arte, debuttata il 1° dicembre 2017 su Rai YoYo, ed è il primo caso in Italia di un progetto di animazione che nasce da un'app digitale: IdentiKat, un laboratorio di collage che stimola la creatività.

Mirò è un gatto blu che vive in un mondo bianco, tra personaggi di stoffa, nastri e bottoni, capace di utilizzare qualsiasi materiale per fare belle invenzioni creative insieme ai sui amici. Agile come un giocoliere e sempre pronto a collaborare, la sua vita è naturalmente piena di giochi e di scherzi. La serie è realizzata da Làstrego & Testa in coproduzione con RAI Fiction e la tv svizzera SRF ed è animata in cut out.  I personaggi sono realizzati riciclando materiali come stoffe, pizzi e bottoni.

Un successo che ha superato i confini italiani ed è arrivato dall’altra parte del mondo. Dopo il debutto europeo, infatti, l’agente Sara Wang lo ha portato in Cina, dove Mirò ha letteralmente conquistato il cuore dei Cinesi, raggiungendo 40 milioni di visualizzazioni, fino ad arrivare al parco a tema interamente a lui dedicato.

L’annuncio è stato fatto proprio a Torino, in occasione della rassegna Cartoons on the Bay: “Siamo felici e onorati - dice Francesco Testa - e ci piace moltissimo l’idea che i veri protagonisti saranno i bambini e la loro inesauribile creatività”. E proprio al Cartoons on the Bay Testa e Lastrego riceveranno un Pulcinella Award per la carriera, con una mostra a loro dedicata al museo del Risorgimento. 

E dire che quel gatto è nato dalle mani di “fata del bricolage” di Cristina che, come racconta lei stessa, “in una notte tempestosa” si è messa a incollare pezzi di stoffa, ricami, velluti e merletti fino a dar vita a personaggi fiabeschi a quattro zampe. Dei tanti gatti colorati, è stato poi scelto Mirò.