Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

Dalla Francia in arrivo gli occhiali anti colpo di sonno

Sono dotati di sensori capaci di rilevare determinati movimenti o comportamenti al volante e di intervenire sul conducente di un mezzo di trasporto al fine di prevenire incidenti dovuti a colpi di sonno
occhiali antisonno

La tecnologia come strumento utile alla sicurezza stradale. Una start up francese, la Ellcie Healthy di Nizza fondata da Philippe Peyrard, ha ideato e progettato gli occhiali “smart-connetted”, ovvero dotati di sensori capaci di rilevare determinati movimenti o comportamenti al volante e di intervenire sul conducente di un mezzo di trasporto al fine di prevenire incidenti dovuti a colpi di sonno.

Già da tempo sono oggetto di test e di sperimentazione: gli occhiali sono caratterizzati da fili, sensori e da un particolare design, rilevando oscillazioni del capo e chiusura delle palpebre. Progettati da Ellcie-Healthy, società fondata da Philippe Peyrard, ex direttore generale della catena ottica francese Atol, le speciali montature debutteranno sul mercato presso l’insegna transalpina Optic 2000.

Saranno monitorati dei segnali come i battiti delle palpebre, i movimenti degli occhi, le piccole oscillazioni della testa e il numero di sbadigli ma anche la temperatura dell’ambiente.

Nel caso in cui questi dati dovessero essere “negativi” si attiveranno segnali sonori o luminosi con lo smartphone adeguatamente collegato oppure verrà chiamato automaticamente il call center di assistenza per far arrivare un taxi, una persona fidata o informarsi su un’area di sosta dove fermarsi e riposare. La catena francese Optic 2000 si è assicurata la distribuzione nei suoi 1200 negozi già dal prossimo aprile.

Ai clienti verrà offerto, oltre alla scatola di ricarica in dotazione, un pacchetto assicurativo con Europ Assistance-Generali che punta su prevenzione e riduzione del rischio e che prevede anche un servizio di assistenza: il conducente viene, infatti, contattato da un call center per indicare la stazione di servizio più vicina, prenotare un hotel per una sosta o un taxi che lo riporti a casa.