Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni cadutaConfucio

Una diciottenne di Scorzè alle finali nazionali delle Olimpiadi della Filosofia

di Alessandro Ragazzo
La giovane studentessa di Treviso ha vinto la selezione con un lavoro su Albert Einstein
Oimpiadi della Filosofia
Alice Ervaz

Impegno, passione e sacrificio per una giovane ragazza di Rio San Martino di Scorzè (Venezia), che il 4 aprile andrà a Roma a disputare le finali nazionali delle Olimpiadi della Filosofia. E lo farà in rappresentanza del Veneto, avendo vinto il campionato regionale. Si chiama Alice Ervaz ha 18 anni e studia al liceo linguistico Canova di Treviso, classe 5E. Lo scorso 23 febbraio, all’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha ottenuto il primo posto (9,4 punti su 10) scegliendo di affrontare il tema sul rapporto tra conoscenza scientifica e creatività, ispirato da una citazione tratta da “L’evoluzione della fisica” di Albert Einstein. Per giunta scritto in inglese. «Amo la Fisica e la Filosofia – rivela – e mi piace l’idea di coniugare le due scienze. Anzi, anche alle altre scienze. Sono contenta del risultato ottenuto a Venezia, i miei amici e compagni di classe mi hanno fatto i complimenti: partecipavo già da due anni. Me li ha fatti pure la mia professoressa Cristiana Guadagnin». E il liceo Canova non poteva che esserne felice. «Il talento di Alice per l’argomentazione filosofica rigorosa, il gusto per la ricerca disinteressata e la padronanza della lingua straniera» si legge nel comunicato dell’istituto «si sono rilevate componenti fondamentali per aggiudicarsi un posto alle selezioni nazionali e un biglietto verso Roma». Per il futuro, sogna di entrare alla Normale di Pisa dopo l’esame di ammissione.