Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

Che business le nozze! Da tutto il mondo in Italia per dire "sì"

di Marco Restelli
Il luogo più romantico per sposarsi? Il Belpaese. Così la pensano le coppie che arrivano da tutto il pianeta. Il turismo matrimoniale è diventato un grande affare per il nostro Paese. Ecco tutte le cifre. E come possiamo migliorare ancora
turismo matrimoniale dal mondo all' italia

Coppie di tutto il mondo, unitevi. In matrimonio e possibilmente con viaggio di nozze. Dove? Nel Paese universalmente considerato il più romantico di tutti: l'Italia. Il Belpaese sta tornando ad essere una meta molto ambìta dagli aspiranti sposi, e il fenomeno del wedding tourism sta generando un volume d'affari molto interessante per noi.

Secondo i dati del Centro Studi Turistici di Firenze riportati dal portale Job in Tourism, nell'ultimo anno analizzato (il 2016) il turismo matrimoniale dall'estero  ha generato un giro d’affari complessivo di 440,8 milioni di euro,  con un aumento di circa il 16% rispetto ai 380,3 milioni dell’anno precedente. Nel 2016 sono stati più di ottomila i matrimoni organizzati da stranieri in Italia, cioè oltre mille rispetto all'anno prima,  e le regioni italiane preferite dagli stranieri per sposarsi sono la Toscana (31,9%), la Lombardia (16%), la Campania (14,7%), il Veneto (7,9%) e il Lazio (7,1%).

Un dato molto interessante: la spesa media delle coppie straniere in Italia è di oltre 54mila euro per ciascun matrimonio, cosa che indica come il nostro Paese sia prescelto da coppie di target alto. Infatti la location prediletta dai novelli sposi stranieri è rappresentata dagli hotel di lusso (32,4%), seguiti dalle ville (28,2%), dai ristoranti (10,1%), dagli agriturismi (6,9%) e dai castelli (8,5%). 

Da dove provengono queste coppie di sposini? Il  principale Paese d'origine è la Gran Bretagna (27,6%), seguita da Stati Uniti (21,2%), Australia (8,9%), Germania (5,3%), Canada (4,5%) e Irlanda (4,1%). Ma sono in crescita gli arrivi dai Paesi asiatici, con casi particolari come i ricchi indiani che prediligono Venezia per celebrare favolosi matrimoni in "stile Bollywoodiano" con 400 invitati e richieste....originali. (Famoso il caso di una coppia che tempo fa aveva chiesto al comune di Venezia il permesso - negato - di circolare nella città lagunare con un elefante).

Il wedding tourism in Italia gode dunque di ottima salute ma può migliorare ancora. Quali le nuove tendenze da sostenere? «Sicuramente quella di organizzare l’evento su più giorni, pianificando l’esperienza di un wedding weekend, pre e post cerimonia compresi» spiega Sandra Santoro, fondatrice del sito gettingmarriedinitaly e nota professionista nel settore del destination wedding. «Ma va segnalato senz’altro anche il crescente numero di matrimoni simbolici. Cioè delle cerimonie volte a rinnovare la promessa di matrimonio tra persone già sposate».