Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

Stefano Miozzo è campione del mondo di Pizza Classica 2018

di Alessandro Ragazzo
Il pizzaiolo veneto ha vinto a Parma in una edizione da record: 773 concorrenti in arrivo da tutto il mondo
Stefano Miozzo è campione del mondo di Pizza Classica 2018

Il campione del mondo della pizza classica 2018 non poteva che essere italiano. Non un campano, come si potrebbe pensare, ma un veneto, proveniente da un comune della bassa Veronese, al confine tra le province di Rovigo e Mantova: Cerea. Lui si chiama Stefano Miozzo e a Parma ha vinto la ventisettesima di un’edizione da record.

Si è trattato di un vero e proprio esercito di pizzaioli e chef, in totale 773 concorrenti che hanno dato vita a oltre mille gare, provenienti da tutto il mondo: Argentina, Austria, Australia, Belgio, Bangladesh, Brasile, Svizzera, Cile, Germania, Spagna, Francia, Ungheria, Irlanda, Israele, Giappone, Corea del Sud, Libano, Lussemburgo, Marocco, Macedonia, Messico, Norvegia, Pakistan, Portogallo, Romania, Russia, Arabia Saudita, Svezia, Tajikistan, Turchia, Ucraina, Regno Unito, Stati Uniti, Sri Lanka e, ovviamente, Italia.

Gusto, aspetto, creatività e velocità sono tra gli aspetti più importanti che hanno inciso nelle varie gare, suddivise in undici categorie tra cottura e abilità. Tra le competizioni più richieste vi erano la Pizza in Teglia, la Pizza Senza Glutine, la Pizza Napoletana STG, la Pizza in Pala (o alla Romana) e la Pizza a Due che unisce le professionalità di chef e pizzaiolo.

Miozzo (Al Borgo 1964) ha vinto con la pizza Cortile dei nonni, con coste, radicchio tardivo, piccione, foie gras, sale maldon vanigliato, aceto balsamico, parmigiano, bottarga di gallina. E ancora questa regione è sugli scudi con Mirko Boniolo di Cavarzere (Venezia), vincitore per la miglior pizza in teglia. Premiati anche Roberto Meloni di Cagliari, per la pizza in pala, e Vincenzo Palermo (Eataly Mosca) per la napoletana.

Lo chef stellato Heinz Beck ha presieduto la giuria del trofeo “I primi piatti in pizzeria”, attribuito a Gennaro Vingiano dell’Acqu’e Sale di Sorrento (Napoli) per Guancioti farciti con ricotta di bufala, coulis di datterini gialli e rossi, alici di cetara, croccante di agerola e caciotta.