Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

Vinitaly and the City, nel centro storico di Verona il vino è social

Quattro giorni di incontri ed eventi dedicati a tutti gli amanti del vino e della cultura. Da venerdì a lunedì il capoluogo veneto ospita Vinitaly and The City, fuori salone per socializzare e conoscere le bellezze della città
Al via venerdì il fuori salone di Vinitaly: inaugurazione alle ore 17 in piazza dei Signori.
Tra le novità il concorso Scatta. Vinci. Viaggia. che mette in palio un’auto, un buono da mille euro e un viaggio in treno fino a Parigi.

Se il business è in fiera, per i wine lover da venerdì 13 e fino a lunedì 16 aprile c’è il fuori salone Vinitaly and the City, nelle piazze del centro storico di Verona. Un blend di eventi che unisce degustazioni wine&food, a musica, letteratura, poesia, spettacoli e incontri in compagnia di grandi ospiti che raccontano il mondo del vino attraverso la storia, l’arte e il giornalismo.

Quattro giorni alla scoperta dei sapori e delle tradizioni delle regioni d'Italia, dal Veneto all’Emilia Romagna, dalla Campania alla Sicilia, fino all’esperienza internazionale dello champagne. Un vero e proprio viaggio lungo 10mila passi, con tanto di wine passport che viene timbrato ad ogni tappa.

Il percorso inizia all’Arco dei Gavi, con lo champagne che incontra la cucina gourmet in versione street food. Si prosegue lungo Regaste San Zeno, sulle le tracce delle opere di Shakespeare ambientate in città. In piazza San Zeno, degustazioni di vini e piatti della miglior cucina dell’Emilia Romagna, mentre alla fontana dell’Arsenale si respira l’atmosfera della Sicilia e in Lungadige San Giorgio quella della Campania. In piazza delle Erbe, poi, la Torre dei Lamberti offre la prospettiva di una degustazione a 80 metri di altezza, con vista panoramica su Verona. Ci si sposta quindi in piazza dei Signori dove domani, alle 17, va in scena l’inaugurazione dell’evento, con la grande tradizione enogastronomica del Veneto e gli appuntamenti culturali in Cortile Mercato Vecchio.

Al taglio del nastro partecipano il presidente e il direttore generale di Veronafiere, Maurizio Danese e Giovanni Mantovani, insieme al sindaco di Verona, Federico Sboarina, al presidente della Provincia di Verona, Antonio Pastorello, alla speaker di RTL 102.5, Francesca Cheyenne, e alla madrina di Vinitaly and the City, Gigliola Cinquetti.

Tra le novità 2018, la Digital Room nella Loggia di Fra’ Giocondo, punto di incontro di influencer e blogger del vino, con la possibilità di unirsi al social media team di Vinitaly and the City e diventare un official ambassador. Per i più avventurosi, invece, la possibilità di una discesa dell’Adige in gommone, dal ponte di Castelvecchio all’antica dogana fluviale. Il biglietto di Vinitaly and the City è in vendita nelle piazze e online, al costo di 10 euro. Dà diritto a tre assaggi di vino negli stand-enoteca; un bicchiere ufficiale dell’evento con tracolla personalizzata; la guida e il wine passport. Il ticket permette anche di partecipare al concorso “Scatta. Vinci. Viaggia.” che mette in palio un’auto Polo Volksvagen 1.0 Comfortline, una gift card del centro commerciale Adigeo del valore di 1.000 euro e un viaggio in treno per due persone fino a Parigi, offerto da Thello. Il fuori salone ha i seguenti orari: venerdì 13 e lunedì 16 aprile, dalle 17 alle 24; sabato 14 e domenica 15 aprile, dalle 11 alle 24. Vinitaly and the City coinvolge poi il territorio della provincia di Verona: il format viene proposto nelle stesse date a Bardolino, sul lago di Garda, e da quest’anno anche a Valeggio sul Mincio, nell'entroterra gardesano, e a Soave, borgo medioevale ai piedi della Lessinia.