Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

A 'VInitaly 2018' la Valle d'Aosta presenta il 'bianco' più alto d'Europa

di Sandra Lucchini
Si tratta di un vitigno autoctono, il 'Prié Blanc' che viene coltivato a 1.200 metri d'altitudine. Gli esperti lo definiscono vino 'eroico' per questa sua peculiarità ambientale
i vigneti 'eroici' dove si produce il 'blanc de morgex la salle'

AOSTA. "Vintaliy 2018? E' sempre uguale, ma tutti gli anni cambia". Ironia di Stefanio Celi, presidente  VIVAL,  Ente organizzatore dello stand della Valle d'Aosta in questa altisonante manifestazione. Una 'vetrina' d'eccezione in cui non si può non partecipare. Una autentica 'sfilata' dei 'boccali' più prelibati, orgoglio italiano, conosciuti in molti Paesi del mondo.

  "E' quasi un obbligo essere presenti - continua Celi - per non essere cancellati da questo panorama. In questa edizione espongono diciotto aziende valdostane con il meglio della loro produzione. Le recenti gelate hanno, purtroppo, compromesso la maturazione delle uve del 'Blanc de Morgex et La Salle , costringendo  produttori ad una offerta ridotta. Sono, comunque, a Vinitaly 2018".

  Ed eccole le 'etichette' che hanno permesso di divulgare il buon nome della viniviticoltura valdostana nel mondo. Rinomate bottiglie rappresentative delle varie aree della Valle d'Aosta. Il  'Torrette', per il centro Valle "il vino più venduto", dice Vincent Grosjean, uno dei titolari dell'azienda 'Vins di Quart'. Il 'Muscat de Chambave', i vini sperimentali  dell'Institut Agricole Régionale. Si tratta - spiega Grosjean - di nuovi e selezionati vitigni, ideali per la sperimentazione nei laboratori di questa scuola".

 

 Presentate delle novità ?

 "La più grande novità è la tradizione - chiosa il viniviticoltore -. Per il secondo anno proponiamo il nostro spumante, il 'Mont Mary' ,dal nome della montagna del nostro Comune".

 

  Ci descriva le caratteristiche

 

 "Spumante classico, prodotto con uve di 'Pinot nero ' e 'Chardonnay', con un colore definito 'pelure d'oignon',  rosato che incuriosisce chiunque si appresti a degustarlo."

  Sono le uve dei vigneti della località Rovettaz, nell'area di Quart, dove vengono prodotti anche altre 'etichette' di ottima qualità. Tra le altre spiccano: 'Petite Arvine', 'Cornalin', 'Torrette', 'Fumin'.

  "Quest'anno - riprende Vincent Grosjean - abbiamo voluto offrire l'opportunità di deliziarsi con un bicchiere di 'Syrah', una varietà di uve rosse, una prima produzione presentata a 'Vinitaly 2018'. E' una varietà,tra le più importanti al mondo", conclude. 

 

  "

   

ù