Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

Biagio Antonacci sceglie Muccino e i fratelli Fiorello per il video di "Mio fratello"

di Redazione Spettacoli
Giuseppe e Rosario Fiorello per la prima volta insieme in un videoclip con la regia di Gabriele Muccino. "Mio fratello" è il video del nuovo singolo di Biagio Antonacci, in rotazione dal 6 aprile
Gabriele Muccino dirige un videoclip per Biagio Antonacci
Rosario e Beppe Fiorello per la prima volta insieme in un videoclip

Singolare che a fare la regia del video clip di una canzone intitolata Mio fratello sia stato scelto un uomo che, con il proprio fratello, non ha proprio un rapporto idilliaco. E che anzi, non ha mai negato di avere un legame tormentato e difficile con il membro più piccolo della sua famiglia, l’attore Silvio (quindici anni più piccolo). Gabriele Muccino (regista di L’ultimo bacio, La ricerca della felicità e il recente A casa tutti bene) si è messo dietro la macchina da presa del video della canzone di Biagio Antonacci, Mio fratello appunto, tratta dall’album Dediche e manie (in vendita dal 10 novembre) e in rotazione dal 6 aprile.

Illustre la regia, ma celebri anche i protagonisti del video, i fratelli Rosario e Giuseppe Fiorello. “Mi ha chiamato Biagio che è un mio amico storicoha raccontato Rosario al Corriere della Sera e ho capito che c’era l’opportunità di fare una cosa con mio fratello su un tema importante. Mi divertiva l’idea di fare l’attore in un videoclip, non lo avevo mai fatto».

Il video di Mio fratello è un piccolo film che trasforma in immagini un testo che parla di perdono, di speranza di “salvare l’uomo che bussa alla porta”: racconta di un fratello “forte ribelle e più bello di me” che se ne va, spezzando il cuore della madre. Un giorno tornerà a casa, e chiederà di non essere giudicato da colui che, a casa, lo ha sempre aspettato.

Stare sul set con Rosario è stato strano, particolare, emozionanteha dichiarato l’attore Beppe Fiorello (più giovane di Rosario di nove anni. “La canzone non richiedeva molta ironia e vedere lui in veste più riflessiva mi faceva pensare da quanto tempo non ci guardavamo negli occhi così profondamente e senza dire una sola parola. Pochi secondi dopo lo stop del regista, Rosario tornava quello di sempre con la battuta pronta a sdrammatizzare tutto. Biagio dal quel giorno è il nostro terzo fratello».

Beppe e Rosario sono stati perfetti nei rispettivi ruoli, come ha confermato il regista Muccino (già dietro la macchina da presa, tra gli altri, dei videoclip di E ritorno da te di Laura Pausini e L’estate addosso di Jovanotti). “Beppe è l’attore contemporaneo perfetto, più fedele alla recitazione classica. Rosario è esplosivo e trasforma tutto quello che lo circonda in un mondo unico rendendolo straordinario”.