Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! L’infelicità è più pesante della terra, nessuno sa lasciarla.Lao Tsu

Sedici assessori per la nuova Lombardia di Attilio Fontana

La squadra di governo, che verrà annunciata prima di Pasqua, sarà composta da sette leghisti, cinque di Forza Italia, due di Fratelli d'Italia, uno di Noi con l'Italia e un rappresentante della lista Fontana Presidente
Sedici assessori per il nuovo governatore Attilio Fontana

Milano - Dopo la proclamazione arrivata oggi e il passaggio di consegne con Roberto Maroni, che avverrò domani, il neo governatore lombardo ha in mente di ufficializzare la sua squadra prima dell'interruzione per le festività pasquali, molto probabilmente giovedì. Il team cha affiancherà l'ex sindaco di Varese sarà composto da 16 assessori, sette leghisti, cinque di Forza Italia, due di Fratelli d'Italia, uno di Noi con l'Italia e uno lista Fontana presidente. Rimarrà agli azzurri un assessorato centrale come quello della Sanità dove resterà Giulio Gallera. Mentre saranno affidate a leghisti le altre due deleghe di peso: l'ex parlamentare camuno Davide Caparini avrà  il Bilancio, e l'ex assessore provinciale a Milano, Stefano Bolognini, guiderà il nuovo assessorato alla Casa e alle politiche sociali.

Continuità sulla vicepresidenza

Rimarrà il numero due di Maroni, l'azzurro Fabrizio Sala, che avrà anche le deleghe all'Internazionalizzazione, ricerca e innovazione. Sempre tra gli azzurri, la campionessa di preferenze, Silvia Sardone, erediterà l'assessorato alla Formazione e al lavoro di Valentina Aprea, eletta in Parlamento, mentre Alessandro Mattinzoli andrà allo Sviluppo e al Commercio. Tra i leghisti altri nomi certi sono quello di Fabio Rolfi all'Agricoltura e di Massimo Sertori alla Montagna ed enti locali. Per il Carroccio dovrebbero entrare anche la consigliera pavese Silvia Piani, il lodigiano Pietro Foroni e l'ex sindaca di Stezzano, nella Bergamasca, Elena Poma.

Il coordinatore della lista 'Fontana presidente' Stefano Bruno Galli guiderà l'assessorato all'Autonomia. Mentre l'assessorato ai Trasporti dovrebbe andare a Raffaele Cattaneo (NcI), presidente uscente del Consiglio regionale, che già ha ricoperto questo incarico in passato con Roberto Formigoni governatore. Infine, per Fratelli d'Italia Riccardo De Corato diventerà assessore alla Sicurezza, Lara Magoni al Turismo (dopo l'uscita di Viviana Beccalossi dal partito). La presidenza del Consiglio regionale spetta a Forza Italia e il nome indicato al momento è quello di Alessandro Fermi. Tra i quattro sottosegretari, invece, dovrebbe esserci anche l'ex presidente del Copasir, il leghista Giacomo Stucchi.