Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

Tutta Dritta: torna la corsa che segue il tracciato voluto dai reali

di Giulio Verde
Niente curve ma un rettilineo di 10 chilometri da piazza San Carlo fino alla Palazzina di caccia di Stupinigi. Il percorso che affascina è stato disegnato tre secoli fa da Filippo Juvarra, l'architetto dei Savoia. Tanti campioni alla 16a edizione
Tutta Dritta
Il via della Tutta Dritta di un anno fa da Piazza San Carlo

TORINO - Mancano soltanto 10 giorni alla 16^ Tutta Dritta 2018. La 10km, competitiva e non, organizzata da Team Marathon che si correrà domenica 15 aprile a Torino, con partenza alle ore 10.00, e che è stata presentata a Palazzo Lascaris, a Torino. La Tutta Dritta sarà, come ormai tradizione, la festa del running, agonistico e non, perché negli anni, è diventata appuntamento fisso di chi corre contro il tempo e di chi calza le scarpette da corsa per correre in compagnia senza velleità di personal best. "Sono tante le novità e le iniziative di questa 16a edizione – ha raccontato Alessandra Viano, CEO di Team Marathone di questo siamo molto orgogliosi. La Tutta Dritta è il primo appuntamento della nostra stagione, è una gara che affascina i runner piemontesi, ma che sta raccogliendo consensi anche a livello nazionale per il suo percorso così particolare. Il mio grazie particolare va alle istituzioni, nelle persone di Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport Regione Piemonte, Roberto Finardi, Assessore allo Sport Comune di Torino, e Diego Sarno, Assessore allo Sport della Città di Nichelino". "Il grazie va a Team Marathon – ha dichiarato Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport Regione Piemonteperché ogni anno porta novità ma anche e soprattutto vitalità. È un popolo bellissimo quello che si vede arrivare alla Palazzina di Caccia di Stupinigi".

IL PERCORSO CHE AFFASCINA I 10km della Tutta Dritta hanno un fascino particolare, che non stanca e che incuriosisce al tempo stesso tanto che chi c’è già stato torna sempre volentieri e chi è in cerca di una gara particolare sceglie l’appuntamento torinese. Il suo percorso infatti è un lungo rettilineo che da Piazza San Carlo, nel cuore di Torino, arriva alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Un’unica strada, che non presenta neanche curva, ricca di storia: è stata disegnata tre secoli fa, nel 1729, dall’architetto Filippo Juvarra, che si era immaginato di poter costruire una reggia in mezzo alla campagna, all’estremo opposto di Palazzo Reale. Tutti i partecipanti saranno così avvolti in un'atmosfera storica, di re e regine.

UN PARTERRE DE ROI La Tutta Dritta competitiva, quest’anno più che mai, schiererà al via diversi fuoriclasse in campo sia maschile sia femminile, tutti impegnati a contendere il gradino più alto del podio ai due vincitori della scorsa edizione, il marocchino Youssef Sbaai (Team Marathon) -  28’50” il suo crono 2017 - e la keniana Pauline Nargoi Esikon, entrambi in gara domenica 15 aprile pronti a difendere fino al… traguardo il loro scettro. Esikon, tra l’altro, arriva con un proposito ben preciso: migliorare il 32’17” del 2017, scendendo sotto i 32 minuti. Tra gli uomini, sfideranno Sbaai per sedersi sul trono della Tutta Dritta 2018 Eyob Gebrehiwet Faniel (Venicemarathon Club), di origine eritrea e italiano dal 2015, terzo ai Campionati Italiani 2017 dei 10.000m e con un personal best sulla distanza di 28’53” (Dalmine, 2017); l’italo-marocchino Said El Otmani (C.S. Esercito), secondo lo scorso anno, in 28’42” dove firmò il primato personale. Nadir Cavagna (Atletica Valle Brembana), che torna a Torino dopo il 9° posto della scorsa edizione, chiusa con un tempo di 29’57”; Alex Baldaccini (Atletica Valle Brembana), con la passione per la corsa in montagna (ha vinto la Coppa del Mondo 2017 di questa disciplina) ma che si diverte anche a correre su strada, ottenendo ottimi risultati; i fratelli Paolo Turroni (CUS Torino), 8^ alla Tutta Dritta 2017 in 29’51”, e Alessandro (Sport Project VCO), che il miglior tempo sulla distanza l’ha staccato alla Stralugano 2014, 30’41”; Manuel Togni (Atletica Valle Brembana), che ha archiviato la Tutta Dritta 2017 in 31’47” (p.b); e ancora i fratelli Nicola e Matteo Bonzi, entrambi portacolori dell’Atletica Valle Brembana: lo scorso anno Nicola, a Torino, ha firmato un 30’43” (p.b); Matteo ha segnato il suo miglior tempo sui 10km a Dalmine, 32’42”. Al via, a battersi per le prime posizioni, ci saranno anche i keniani Douglas Kipserem, campione africano sui 5000m nel 2016 (13’13” il suo crono) e James Murithi Mburugu, che si è fatto apprezzare in Italia lo scorso ottobre, vincendo le tre mezze ai cui ha partecipato: a Bedizzole (BS), Cremona e Arezzo.

GLI ALTRI Correranno i 10km della Tutta Dritta 2018 anche Ruggero Pertile e Dario Rognoni, ambassador della Beebad Maratona di Torino 2018, in calendario il prossimo 4 novembre. Pertile, maratoneta azzurro non più in attività, ora allenatore di Faniel, ha legato alla 42km del capoluogo piemontese bellissimi ricordi, come la vittoria conquistata nel 2010, in 2:10’58”. Nel curriculum vanta anche un 10° posto alle Olimpiadi di Londra 2012 (secondo europeo al traguardo) e un 4° ai Mondiali di Pechino 2015.  Rognoni (CUS Pro Patria Milano) ha inanellato più che buone prestazioni su tutte le distanze e sui 10km presenta un 31’19”. Tra le donne, Giovanna Epis (C.S. Carabinieri) arriverà a Torino dopo due mesi davvero strepitosi. Prima la miglior prestazione di sempre sui 10km, 33’32”, ottenuto alla StraMagenta lo scorso 5 febbraio 2018 e poi tanto entusiasmo per il primato personale “staccato” alla Maratona di Siviglia lo scorso 25 febbraio, 2:29:38, che le è valso il 6° posto. Ancora in marzo l’ottima prestazione in azzurro a Valencia al Mondiale di Mezza Maratona dove ha fatto anche in quell’occasione il primato personale con 1:12’27”. Accanto a lei si schiereranno l’azzurra Margherita Magnani (G.S. Fiamme Gialle), tre volte campionessa italiana assoluta sui 1.500m (2013, 2014, indoor e 2015 outdoor) e argento sui 1500 m ai Giochi Mondiali militari di Mungyeong 2015, in Corea del Sud; Catherine Bertone (Atletica Sandro Calvesi), la maratoneta mamma e dottoressa valdostana che ha conquistato le Olimpiadi di Rio nel 2016 e Il 24 settembre 2017 all'età di 45 anni a Berlino ha stabilito il suo personale di maratona in 2h28'34" stabilendo il nuovo record del mondo master 45 di specialità. Una vera fuoriclasse. Sara Brogiato (C.S. Aeronautica Militare), nata a Moncalieri (TO), campionessa italiana sulla mezza maratona 2017, titolo giunto dopo aver trascorso la prima parte dell’anno “ai box” per infortunio e anche lei azzurra poche settimane fa al Mondiale di Mezza maratona di Valencia; Valeria Roffino (G.S. Fiamme Azzurre), piemontese di Biella, che ha iniziato il 2018 al  Cross Internazionale del Campaccio 2018, in gennaio, classificandosi 6°, prima italiana; e Nicole Svetlana Reina (CUS Pro Patria Milano), la ragazza prodigio che a soli 15 anni nel 2013 vinse il titolo italiano assoluto dei 3000 siepi, 8^ alla Tutta Dritta 2017.

UNA GARA PER TUTTI La Tutta Dritta non competitiva permetterà a tutti i partecipanti di godersi la propria corsa, interpretandola come è più nelle proprie corde e soprattutto nei propri piedi. E’ la corsa per tutti, anche per i più sedentari e i meno allenati, in cui si respira un’aria di festa che avvolge già prima del via e accompagna fino alla soglia della porta di casa dopo, ovviamente, aver fatto il pieno di energia al ricco e gustoso pasta party finale.

ISCRIZIONI FINO AL 15 APRILE Fino a giovedì la quota di iscrizione sarà di 18 euro, mentre nei giorni 13, 14 e 15 aprile sarà ancora possibile prenotare un pettorale per la 10 km torinese presso l’expo in piazza San Carlo, a Torino, al costo di 20,00 euro. L'iscrizione può essere effettuata online su www.teamarathon.it/tuttadritta.