Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Non gettare sugli altri la tua responsabilità; è questo che ti mantiene infelice. Assumiti la piena responsabilità. Ricorda sempre: io sono responsabile della mia vita. Nessun altro è responsabile; pertanto, se sono infelice, devo scrutare nella mia consapevolezza: qualcosa in me non va, ecco perché creo infelicità tutt’intorno a me – OshoOsho

Startup: a Milano finali della Global Social Venture Competition

di Alessandro Ragazzo
Sono 19 i progetti in gara per il concorso internazionale sulle start-up a impatto sociale e ambientale
Ad aprile Milano ospiterà le finali della Global Social Venture Competition

Milano ospiterà dal mercoledì 11 a venerdì 13 aprile le finali mondiali della Global Social Venture Competition (Gsvc), il concorso internazionale dedicato alle start-up a impatto sociale e ambientale. In palio un montepremi di 80 mila dollari. I progetti in gara sono 19, due dei quali sono italiani.

La Global Social Venture Competition è un’iniziativa della Haas School of Business dell’Università di Berkeley California. Le finali sono organizzate da Altis Università Cattolica. Selezionate da nove prestigiose business school a livello mondiale tra 550 proposte raccolte, le finaliste provengono da Corea del Sud, Filippine, Francia, Hong Kong, India, Italia, Libano, Senegal, Svezia, Uganda, Stati Uniti, Thailandia, Turchia. Propongono soluzioni innovative per rispondere a problemi sociali e ambientali come il riutilizzo degli scarti, la prevenzione sanitaria, l'inclusione sociale e l’utilizzo di nuove tecnologie per soddisfare bisogni sociali.

Le due finaliste italiane, selezionate tra le 65 idee di business raccolte quest’anno da Altis per l’Italian Round, sono Helperbit, una piattaforma che utilizza la tecnologia blockchain per effettuare donazioni “peer-to-peer” in criptovaluta, e mEryLo’, un dispositivo che usa i globuli rossi come vettori dei farmaci chemioterapici per rendere la terapia più efficace e tollerabile.

A valutare le squadre sarà una giuria internazionale di personalità dell’ecosistema start-up, business angel, social venture capitalist, imprenditori, manager d’incubatori, acceleratori, accademici, quali Julia Sze, Jeremy Nicholls, Luciano Balbo e Bill Barber. «Oltre a offrire una concreta opportunità alle imprese – spiega il project manager della Gsvc Italy Andrea Mezzadri – le finali mondiali rappresentano un’importante occasione di dibattito e confronto sulle potenzialità di un settore in forte crescita e che trova sempre più terreno fertile soprattutto tra i giovani».

Il 12 e 13 aprile, le finali mondiali apriranno le porte al pubblico. Si comincerà il 12 aprile, con la tavola rotonda “Promuovere ecosistemi a misura di start-up”, ospitata dalla Regione Lombardia, partner dell’iniziativa con Intesa Sanpaolo, Impact Hub Milano, Prospera e Re’seau Entreprendre Lombardia. La mattinata del 13 aprile sarà dedicata ai pitch: i gruppi in gara presenteranno le loro idee d’impresa e racconteranno la rispettiva storia. Nel pomeriggio ci saranno le premiazioni dei vincitori e ci saranno i keynote di Massimiliano Magrini (founder and managing partner di United Ventures) e di Matteo Alessi (membro del consiglio di amministrazione e Coo Europe and North America dell'omonima famiglia).