Prima Pagina>Ambiente>Condomini efficienti, Eni gas e luce lancia una call per startup e Pmi innovative  
Ambiente

Condomini efficienti, Eni gas e luce lancia una call per startup e Pmi innovative  

Sviluppare prodotti e servizi all’avanguardia nel settore dei condomini per rendere gli edifici più efficienti, autonomi, sicuri e confortevoli per le persone che li abitano. E’ questo l’invito che Eni gas e luce rivolge a startup e Pmi innovative con la Call for Innovation ‘Smart&Efficient Buildings’, realizzata in collaborazione con Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano. L’obiettivo della Call for Innovation è raccogliere soluzioni innovative, facendo leva sia sulle tecnologie di efficienza energetica degli edifici, sia su quelle digitali, per far evolvere l’attuale offerta di Eni gas e luce per l’efficienza energetica dei condomini e permettere alle persone di vivere meglio gli ambienti in cui abitano.

Fino al 19 maggio, i partecipanti avranno la possibilità di proporre le proprie soluzioni sulla sezione Open Innovation del portale di Eni gas e luce. Sarà possibile inviare la propria candidatura per le seguenti aree di interesse: energy efficiency for a sustainable building; safety and security e digital services for a better living. I candidati selezionati avranno l’opportunità di presentare le proprie soluzioni innovative a Eni gas e luce, a esperti del network aziendale e al team di specialisti di Digital Magics. I finalisti potranno inoltre entrare a far parte dell’ecosistema dell’innovazione di Eni gas e luce e avere l’opportunità di essere selezionati anche per potenziali collaborazioni e opportunità di business future.

Il nostro Paese persegue infatti un obiettivo importante: la riduzione dei consumi energetici finali del 39,7% entro il 2030, come definito nel Piano nazionale per l’energia e il clima (Pniec) e il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici gioca un ruolo fondamentale nel concorrere a questo risultato. Basti pensare che il parco immobiliare del nostro paese contribuisce al consumo energetico finale annuo per il 40% circa e produce circa il 36% delle emissioni annuali di CO2. Inoltre, il 70% degli edifici è stato costruito oltre 50 anni fa con standard di risparmio energetico molto bassi in quanto realizzati antecedentemente alla prima norma per il contenimento del consumo energetico (che risale al 1976).

Una soluzione concreta al problema è già arrivata da Eni gas e luce con il servizio ‘CappottoMio’, presentato al FuoriSalone di Milano, che mira a diffondere la cultura dell’efficienza energetica e a sensibilizzare sui vantaggi economici, sociali e ambientali, legati alla realizzazione di interventi che migliorano le prestazioni energetiche degli edifici esistenti.

Con gli interventi di CappottoMio, infatti, si offre ai condomini la possibilità di consumare meno energia (dal 30 al 50% in meno) aumentando il valore patrimoniale. Il servizio però non si limita solo all’isolamento termico degli edifici per ridurre le dispersioni, ma si estende anche all’adeguamento energetico delle centrali termiche condominiali. Inoltre, offre la possibilità di usufruire, in entrambi i casi, di tutti i vantaggi fiscali delle normative in materia di “ecobonus” (detrazioni fiscali fino al 75% dell’importo dei lavori) e di “sismabonus” (fino all’85%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *