Prima Pagina>Ambiente>Delibera del sindaco green: consegnate 200 borracce in metallo a tutti i bambini delle scuole a Celleno (al posto di quelle di plastica)
Ambiente Sociale

Delibera del sindaco green: consegnate 200 borracce in metallo a tutti i bambini delle scuole a Celleno (al posto di quelle di plastica)

200 borracce in metallo in regalo a tutti i bambini del piccolo comune in Provincia di Viterbo di 1200 abitanti a nord di Roma per eliminare l’uso della plastica. L’iniziativa del sindaco green ha reso possibile l’operazione con il sostegno economico di tutti i bar del comune.

Domenica 6 ottobre state consegnate consegnate 200 borracce in alluminio ai bambini del piccolo comune di Celleno in provincia di Viterbo nell’ambito dell’evento Evergreen Fest. I bambini delle scuole elementari e medie, in cambio di una bottiglia di plastica, hanno ricevuto una borraccia in alluminio finanziata da tutti i bar del comune. Nel contesto della manifestazione si sono festeggiati anche i nonni del paese, come patto generazionale nel rispetto e nella conservazione del verde comune e del pianeta. I bambini delle scuole di Celleno hanno inoltre piantato un albero di ulivo, come segno di speranza e di lotta alla difesa dell’ambiente.

Con delibera n. 117 la Giunta comunale di Celleno – piccolo comune di 1200 abitanti in Provincia di Viterbo – ha approvato il progetto “BARriamo la Plastica” per la riduzione della plastica all’interno delle scuole. Il sindaco Marco Bianchi, assieme alla giunta, ha deliberato l’uso di sole bottiglie di metallo per tutti gli alunni delle scuola materna, elementari e medie del comune. Nei prossimi giorni infatti verranno regalate 200 borracce in alluminio a tutti gli studenti delle scuoleeliminando l’uso dei materiali plasticiA sostenere economicamente l’operazione sono stati tutti i bar del Comune di Celleno.

“Il progetto consiste nel fornire a tutti i ragazzi delle scuole del nostro Comune delle borracce in alluminio per sostituire le bottigliette in plastica. L’idea seppur non nuova a livello nazionale, è sicuramente all’avanguardia nel nostro territorio, infatti Celleno è uno dei primi comuni che si è mosso in questa direzione. L’obiettivo che si vuole perseguire è quello di migliorare la sensibilità ambientale dei giovani e di tutta la comunità, per avviare un processo mirato alla progressiva riduzione dell’utilizzo della plastica monouso.”

Così il Sindaco Marco Bianchi “L’attenzione ad aspetti come i cambiamenti climatici e all’inquinamento oggi non possono essere più ignorati nell’agenda dei comuni, per questo motivo il Comune di Celleno, su iniziativa del consigliere con delega all’Ambiente Claudio Fordini Sonni, ha lanciato un progetto mirato alla riduzione della plastica nelle scuole del paese. L’amministrazione tutta, guidata dal Sindaco Marco Bianchi, si è subito dimostrata entusiasta del progetto e così è partita l’iniziativa. Questo è uno dei tanti passi per la salvaguardia del pianeta e dell’eco sostenibilità portati avanti dal nostro verde comune, per i cittadini, per il territorio e per il mondo “.

Scopo dell’iniziativa è la progressiva eliminazione delle bottiglie di plastica all’interno delle scuole del nostro comune; per riuscire nell’intento verranno fornite borracce a tutti gli alunni delle scuole di base (materna, primaria e secondaria di primo grado) nonché al corrispondente personale docente e non docente oltre che agli operatori comunali. L’idea è che, nel giro di poco, possano definitivamente scomparire le bottigliette di plastica dalle scuole e dagli uffici comunali.

Il nome “BARriamo la plastica” è stato scelto per dar risalto agli sponsor del progetto: in rigoroso ordine alfabetico vogliamo ringraziare Caffè Centrale di Loretta Gorini, Bar Dello Sport Bar di Casciani Laura e San Rocco – Sapore Nuovo Gusto Antico di Andrea Sterpino oltre allo sponsor che si è occupato della parte grafica Webnovo di Marcello Mascellini e Pierpaolo Villano.
I locali che hanno aderito all’iniziativa sono stati invitati alla cerimonia di consegna del 6 ottobre in concomitanza con i festeggiamenti per “La festa dei nonni” dove hanno ricevuto un riconoscimento per la loro adesione da apporre all’ingresso così che tutti gli avventori possano notare il loro impegno nel sostenere le iniziative del Comune e soprattutto le iniziative ambientali.