Prima Pagina>Ambiente>Imprese: Locatelli (Cosmetica Italia), ‘sostenibilità imprescindibile’/Adnkronos  
Ambiente

Imprese: Locatelli (Cosmetica Italia), ‘sostenibilità imprescindibile’/Adnkronos  

Cosmetica sempre più green e circolare

Scelta delle materie prime, packaging, produzioni green. Anche la cosmetica si muove sempre più in ottica circolare.

“La sostenibilità non è ‘la moda del momento’, ma un percorso, ormai imprescindibile, che sta entrando a far parte della nostra vita quotidiana, non solo come imprenditori, ma anche come consumatori. L’industria cosmetica ne è cosciente e per questo si sta muovendo con strategie efficaci a lungo termine. Molte imprese cosmetiche, dalle multinazionali alle piccole e medie imprese, si sono attivate attuando e rendendo pubbliche le proprie strategie di sostenibilità“, dice Matteo Locatelli, vicepresidente con delega alla sostenibilità di Cosmetica Italia, sentito dall’Adnkronos in occasione del convegno al Cosmoprof Worldwide Bologna, ‘Il tempo della bellezza consapevole. Consumi, regole e imprese verso l’economia circolare’ .

“L’aspetto ad oggi maggiormente sviluppato è quello ambientale, con un impegno diffuso nel misurare gli impatti di prodotti e produzioni nonché nell’avviare progetti e strategie mirate a ridurli”, spiega il vicepresidente dell’associazione nazionale delle imprese cosmetiche che riunisce oltre 500 aziende del settore.

“Altri elementi a cui le aziende sensibili a questa tematica prestano attenzione – aggiunge Locatelli – sono la scelta degli ingredienti, del design e dei materiali per le confezioni, l’attivazione di nuove linee produttive, di tecnologie per macchinari e impianti, l’ottimizzazione delle produzioni, la riduzione degli impatti ambientali e degli sprechi di acqua, materie prime ed energia“.

Ma non c’è solo il tema ambientale. Il concetto ‘green’ abbraccia anche temi di etica sociale ed economica che riguardano l’intera filiera produttiva. “È possibile perimetrare, utilizzando il posizionamento che Mintel offre sul tema, i claim legati alla sostenibilità a tutto ciò che riconduce, attraverso una grafica o un testo (etichetta, bollino e claim), a caratteristiche di prodotto o produzione legate a benefici ambientali, sociali ed economici, proteggendo la salute pubblica. Viene considerato l’intero ciclo di vita del prodotto, dall’estrazione delle materie prime, alla distribuzione finale”, chiarisce Locatelli.

“Seguendone l’evoluzione nel corso degli ultimi anni, su oltre 150.000 lanci di nuovi prodotti cosmetici registrati nel 2018, il claim ‘sostenibile’ rappresenta poco meno del 10%, ma con ritmi di crescita molto elevati: è un trend al quale le nuove generazioni, che condizioneranno i modelli di consumo futuri, sono molto attente, seppur ancora marginale in termini di valore”, aggiunge.

“Per offrire un supporto alle aziende del settore e contribuire a diffondere la cultura della sostenibilità, Cosmetica Italia ha avviato un progetto specifico, ‘Sostenibilità in Azienda’ – dice – Siamo partiti ormai sei anni fa erogando formazione rivolta alle imprese per poi procedere con un lavoro di accompagnamento one to one rivolto alle aziende che si candidavano a percorsi più complessi, in collaborazione con Green-Bocconi e Scuola Sant’Anna di Pisa”.

Ulteriore passaggio quello legato all’impronta ambientale: “attraverso un progetto finanziato da Regione Lombardia in collaborazione con Scuola Sant’Anna di Pisa alcune aziende associate hanno potuto sperimentare lo strumento della Pef – Product Environmental Footprint”.

Oltre 50 le imprese coinvolte nel progetto ‘Sostenibilità in azienda’ che prosegue anche nel 2019, una decina quelle partecipanti al progetto sull’impronta ambientale del 2018.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi