Prima Pagina>Ambiente>Mobilità: navetta zero emissioni per i laboratori del Gran Sasso  
Ambiente

Mobilità: navetta zero emissioni per i laboratori del Gran Sasso  

BEST PRACTICES
Navetta a zero emissioni per i laboratori del Gran Sasso

I laboratori nazionali del Gran Sasso, un’eccellenza nella fisica delle particelle del centro Italia, scelgono la mobilità sostenibile. Il servizio di navetta tra le sedi di Assergi (L’Aquila) e le sale sperimentali situate all’interno del tunnel autostradale del Gran Sasso, sarà 100% elettrico. La scelta è ricaduta sulla Nissan e-NV200 Evalia, unico veicolo al mondo a 7 posti elettrico, con un’autonomia di 200 km nel ciclo combinato che permette diversi accessi ai laboratori sotterranei con una sola ricarica, riducendo l’inquinamento atmosferico e acustico nella zona.

I laboratori nazionali del Gran Sasso sono tra i centri sotterranei più grandi e importanti del mondo, progettati con lo scopo di sfruttare la protezione dalla radiazione cosmica, ottenuta grazie agli oltre 1.400 metri di montagna sovrastanti i centri, principale requisito per l’attività scientifica a cui sono dedicati. Le caratteristiche uniche della roccia abruzzese e l’attenzione nella costruzione degli apparati sono tali da rendere i laboratori sotterranei un ambiente a bassissima radioattività naturale, ideale per l’attività scientifica a cui sono dedicati.

Come dimostrato dalla certificazione Iso 14001, ottenuta dai Laboratori a partire dal 2002, l’Istituto porta avanti un impegno concreto a tutela dell’ambiente e nel rispetto della normativa. L’impiego dei veicoli 100% elettrici Nissan si allinea quindi con la strategia dell’ente di ottimizzazione delle risorse e di miglioramento continuo. L’iniziativa per Nissan si inserisce nell’ambito della Nissan Intelligent Mobility, la roadmap strategica che ridefinisce il modo in cui i veicoli vengono alimentati, guidati e connessi nella società.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Rispondi