Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l’amore, per il cuore umano, è più naturale dell’odioNelson Mandela

"Sono solo animali": un cane trova la pace al funerale del suo amatissimo umano

di Cristina Colombera
Si chiamano Anima-li per una ragione, e chi vive con loro lo sa anche troppo bene. Proprio per questo, anche un cane ha bisogno di elaborare il lutto. Solo dopo l'ultimo saluto sulla bara di Andy, Sadie ha ripreso a vivere e mangiare
un cane trova la pace al funerale del suo amatissimo umano

Andy e Sadie sono stati migliori amici per 13 anni. Poi l’uomo è stato stroncato da un infarto: Sadie ha smesso di mangiare, piangeva a stare da sola, è dimagrita di 5 chili ma soprattutto continuava ad aspettare il suo amico umano.

Quando Andy andava a lavoro, Sadie lo accompagnava fino alla strada, poi rientrava, aspettando con ansia il suo ritorno, sbirciando continuamente dalla finestra. Erano “un corpo e un’anima”, come spesso accade quando un quattrozampe è parte della famiglia a tutti gli effetti.

Sadie era lì anche quando Andy ha esalato il suo ultimo respiro, colpito da un attacco di cuore, e ha cercato in tutti i modi di risvegliarlo.

Molti si stupiscono della reazione “da essere umano” della cagnetta, che non mangiava più, non riusciva a stare da sola, era dimagrita cinque chili ma soprattutto continuava, ogni giorno, ad aspettare il ritorno di Andy.

Eppure il web è ricco di racconti di mici che vanno tutti i giorni a trovare il proprio amico umano in cimitero, di cani che piangono sulla tomba di chi non c’è più, di animali che muoiono di crepacuore o che attendono all’infinito il ritorno di chi non può più tornare. Vi dice niente Hachikō?

L’ultimo saluto sulla bara per ritrovare un po' di serenità

Quindi non c’è da stupirsi se Sadie è andata in depressione, anzi. Così la sua mamma umana ha capito che aveva solo una cosa da fare: portare Sadie al funerale. La cagnetta ha partecipato alla funzione entrando per ultima, accompagnata dalla moglie di Andy. Ha appoggiato le zampe sulla bara e ha guardato per l'ultima volta il suo amatissimo compagno umano.

Il lutto non è un'emozione umana, l'amore non è un'emozione umana. Sono emozioni che condividiamo con gli animali - ha detto al Today Barbara J. King, docente di antropologia e autrice di Come gli animali affrontano il lutto.

"Che Sadie partecipasse alla cerimonia era previsto sin dalla scomparsa di Andy", ha detto Jeremy May, presidente della società di onoranze funebri che si è occupata del funerale. "Il saluto di Sadie a Andy è stato un momento molto toccante perché tutti nella stanza sapevano del bellissimo rapporto che avevano i due". Poi il cane si è allontanato dalla bara ed è uscito dalla stanza. "Una volta a casa ha cominciato a comportarsi come di consueto" ha raccontato May, che ha condiviso la storia sul profilo di Elements Cremation, Pre-planning & Burial: “Questa foto ci ha toccato così profondamente che noi e la famiglia vogliamo condividerla con voi. Questa fotografia cattura un momento speciale tra un uomo, sua moglie e il loro migliore amico. La moglie credeva che anche Sadie potesse trarre beneficio dicendo addio, chiudendo il cerchio, e aveva ragione! Dopo 10 giorni senza mangiare e 10 libbre di perdita di peso, nel momento in cui Sadie è tornata a casa dopo il servizio funebre, ha mangiato il suo primo pasto. Stupefacente! Una storia straziante, ma bellissima”.