Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è breve. Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto e non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangereSergio Bambarén

Scozia, adotta ape senza ali: ora sono inseparabili

di Cristina Colombera
L’amore non guarda di che specie sei. Una signora scozzese ha trovato un’ape disabile nel suo giardino: c’è chi l’avrebbe schiacciata, lei invece l’ha salvata e adottata. Ora Queen Bee ricambia addormentandosi sul palmo della sua mano. Il video
adotta ape senza ali: ora sono inseparabili
Queen Bee e Fiona

Cos’abbia provato l’ape non è dato sapere, ma di certo la piccola operaia sa cosa sia la gratitudine.

Stavo lavorando in giardino - racconta Fiona Presley - mi sono voltata e l’ho vista. Ho messo giù la mano e lei, più o meno, ci si è arrampicata subito sopra. Solo quando l'ho avvicinata e l'ho guardata mi sono accorta che era ferita. Ho esclamato ‘Oh, ma tu sei senza ali!’.  A quel punto ho pensato: come pensi di cavartela? Così le ho dato pochissima acqua e zucchero. Ho una pianta di erica in giardino, e in qualche modo l'ho nascosta lì dentro. Ho pensato che avrebbe potuto procurarsi il nettare dai fiori e che poi si sarebbe arrampicata fuori. Ma l’ape non si muoveva”.

"Ti devo aiutare"

La donna allora l’ha portata dentro casa e si è informata da vari specialisti, che le hanno confermato come probabilmente la piccola ape fosse affetta dal virus dell’ala deformata.

Da quel momento in poi, questi due esseri viventi così diversi sono diventati inseparabili. La donna ancora oggi si stupisce di quanto l’apetta si sia attaccata a lei, come spiega in questo tenerissimo video:

Il resto, più che una storia, è una favola:  la signora ha letteralmente adottato la piccola ape, è andata in vivaio per vedere quali fossero i fiori a lei più graditi e ha allestito una casetta per gli uccellini come sua abitazione.

“Ho realizzato che ora ho una responsabilità verso questa creatura”

Adesso la piccola ape ha veramente una mamma in piena regola, magari un pochino diversa da quelle della sua specie, ma sicuramente amorevole.  Come tutti i ‘piccoli’, Queen Bee gioca con Fiona: le si arrampica sulle dita, sul naso, ma la cosa più tenera in assoluto è quando si accoccola nel palmo della mano e si addormenta.

La natura e gli esseri viventi non finiranno mai di stupirci a farci commuovere.