Prima Pagina>Animali>A FIERACAVALLI IL MONTEPREMI PIÙ ALTO PER LA REGINA DELLE DISCIPLINE WESTERN
Animali Veneto

A FIERACAVALLI IL MONTEPREMI PIÙ ALTO PER LA REGINA DELLE DISCIPLINE WESTERN

Verona, 8 novembre 2019 – Il calendario di eventi dedicati al mondo western in programma a Fieracavalli (7- 10 novembre) si arricchisce per la 121ª edizione di molte novità, a partire dalla gara di reining. Con l’arrivo di Elementa Masters Première, infatti, la regina delle discipline a stelle e strisce cambia look e propone, per la prima volta nella storia della rassegna, l’anteprima del più importante pool di gare dedicate ai reiner tra quelle qualificanti per le Nrha world standings, con un montepremi di 300mila dollari.

L’impronta di Elementa e i suoi alti standard organizzativi sono in linea con i valori dell’edizione 2019 di Fieracavalli, volti alla promozione dell’aspetto etico del rapporto tra uomo e cavallo, che mette sempre al centro il rispetto del benessere dell’animale. Elementa Masters Première vede protagoniste classi Open e non Pro gareggiare nel padiglione 12. I non professionisti si sfideranno oggi, mentre la categoria Open scenderà nel ring domani: quest’ultima, con una somma di 101mila dollari, sarà la più premiata di sempre nella storia del reining. «Elementa Masters Première
è già un successo. Abbiamo aperto le iscrizioni in agosto e pochi giorni dopo erano già esaurite. Aspettiamo binomi da tutta Europa e anche dagli Stati Uniti», spiega Domenico Lomuto, responsabile comunicazione di Elementa e referente di Fieracavalli Academy per l’equitazione americana. «Abbiamo intitolato l’evento Première, dal momento che sarà l’anteprima assoluta di uno specifico circuito, gli Elementa Masters, che partirà dal 2021».

Una disciplina, il reining, che rimanda alle origini del West, quando i cowboy per vaccinare e curare i bovini dovevano eseguire movimenti quasi acrobatici: lunghe scivolate per tagliare la strada all’animale in fuga, dietrofront repentini, galoppo “pancia a terra”. Il reining nasce così: è la stilizzazione di quei movimenti, tanto antichi e tanto moderni, codificati poi nell’ambito sportivo in una serie di manovre che compongono il “pattern”, ovvero il percorso da eseguire in campo gara. E la competizione è anche spettacolo con il freestyle in costume e a tempo di musica, domani a partire dalle 21. Tra le esibizioni, quella del campione del mondo Fei, Gennaro Lendi, che dopo la sua recente esperienza come allenatore di Sylvester Stallone sul set di “Rambo: last blood”, impersonerà proprio il reduce del Vietnam più famoso al mondo. Attesa anche Cira Baeck nei panni di Wonder Woman e, fra i non professionisti top level, Gina Schumacher, figlia del celebre campione di Formula 1, con una coreografia proprio a tema Ferrari.

Ad arricchire il palinsesto del Western show di Fieracavalli, Nbha torna a Verona con le gare adrenaliniche di Barrell racing e Pole bending che vedono sfidarsi, al padiglione 11, gli oltre 250 binomi attesi durante i quattro giorni di manifestazione. Infine, al padiglione 9 si tengono le prove attitudinali dei migliori esemplari di Quarter Horse e un convegno internazionale sull’alimentazione e il benessere di razza, promosso da Aiqh – Associazione italiana quarter horse in collaborazione con American quarter horse association. Il programma prevede, inoltre, spazi dedicati ai giovanissimi con mini stage di morfologia, gimkane e caroselli dei pony western.