Prima Pagina>Animali>Clochard salva un cagnolino: la comunità adotta entrambi
Animali

Clochard salva un cagnolino: la comunità adotta entrambi

Accade a Salt Lake City, in Usa. Un senzatetto salva un chihuahua abbandonato, una donna passa per caso e vede la sua richiesta di aiuto. Si ferma. Comincia così una storia di straordinaria umanità ed empatia

Salt Lake City – Non puoi salvarli tutti, ma non puoi sempre voltarti dall’altra parte. A volte ci mette la zampa, è proprio il caso di dirlo, la sincronicità. Così accade che a Salt Lake City Angel Janes stia guidando tranquilla, in un giorno qualunque, quando incrocia un senzatetto con un cartello: chiede denaro o lavoro.

Angel, che racconta la sua storia su Facebook – a parte Cambridge Analytica il social di Zuck è sempre più spesso fonte di aiuto per gli amici a quattrozampe – non si volta dall’altra parte e si ferma.

Comincia così una storia di straordinaria umanità ed empatia. Scesa dall’auto per offrirgli una sigaretta, la donna si accorge che il senzatetto ha in braccio un minuscolo cagnolino, rannicchiato dentro una coperta.  

Ron e il cagnolinoRon, questo il nome dell’uomo, racconta che ha visto una donna che abbandonava il chihuahua per strada: “Mi ha detto di essere corso a salvarlo per paura che lo investissero e di voler fare la cosa giusta per il cane, in modo che non diventasse un randagio come lui”.

E torniamo a Facebook: Angel condivide la richiesta di aiuto di Ron e in pochi minuti, come sempre accade nell’immensa comunità degli amanti degli animali,  arrivano le richieste su come e dove rintracciare Ron e il suo piccolo amico.

Kathleen Dallmann è andata a prendere subito il chihuahua, offrendo 50 dollari di ricompensa al senzatetto, in segno di gratitudine per aver protetto il cagnolino. Lui però ha nicchiato, dicendo di “aver solo voluto fare la cosa giusta”.

Kathleen sul social racconta che “Ron era in lacrime perchè era stato in grado di aiutare il chihuahua abbandonato a trovare una casa: lui sa cosa significa non averne una e non voleva che anche il piccolo si trovasse nella sua situazione”. 

Quello che succede dopo è degno di uno dei più bei capitoli da libro Cuore di De Amicis. E scusate se non ci stupiamo, perché in questo mondo un po’ strano quando si tratta di amici a quattrozampe esce fuori il meglio della nostra umanità. Il chihuahua è stato adottato da una mamma e da una bimba e ribattezzato Lucky Louie, per ricordare la sua storia: sta benissimo e vive in una famiglia che lo adora. 

Va da sé che, per il suo gesto, Ron è stato “adottato” dagli amici degli animali della città americana, che si sono dati da fare per aiutalo. Kathleen ha aperto per lui una pagina GoFoundMe per raccogliere fondi in suo aiuto e, “quando la voce si è sparsa, sono riuscita a raccogliere 500 dollari”. La raccolta è ancora aperta, ma la donna ha sbloccato il fondo e ha consegnato a Ron 400 dollari. “Lui era in lacrime quando glieli ho dati, non credeva che la comunità potesse essere così buona con lui. Mi ha anche chiesto di tenere dei soldi per Lucky Louie ma gli ho spiegato che il cane stava bene e che il denaro era solo per lui”. 

Quando salvi una vita, la vita cambia. Così adesso Ron, che ha fatto un video da pubblicare sui social network per ringraziare chi lo ha aiutato, ha deciso di abbandonare la strada e trovare un lavoro. Intanto con i soldi delle donazioni ha trovato un rifugio per la notte e si è comprato un cellulare per iniziare a cercare un’occupazione.

Come tutte le favole a lieto fine, c’è una morale:  la storia di Ron e Lucky Louie non solo ha commosso l’intera comunità di Salt Lake City, ma sta facendo giustamente il giro del mondo come esempio di come una buona azione fatta senza secondi fini, solo per amore, produca inevitabilmente del bene. Un po’ come nel film “Un sogno per domani” dove, grazie a “passa il favore”, la vita di molte persone è cambiata in meglio.

Rispondi