Prima Pagina>Animali>Le distruggono il nido e le uova e il compagno l’abbandona: femmina di cigno muore di «crepacuore»
Animali

Le distruggono il nido e le uova e il compagno l’abbandona: femmina di cigno muore di «crepacuore»

Ha trovato il nido distrutto, con tre delle sei uova fatte a pezzi. E poco dopo il suo compagno se n’è andato. Il dolore è stato troppo forte: poche settimane più tardi è morta di crepacuore, secondo l’ipotesi di un’attivista per l’ambiente. È successo a una femmina di cigno a Kearsley, località situata nella contea della Grande Manchester (nel Regno Unito). Era il 20 maggio quando alcuni ragazzini erano stati visti tirare mattoni e pietre nel canale di Manchester: puntavano al nido che la femmina di cigno e il suo compagno avevano costruito sull’acqua per custodirvi le sei uova. Alla fine ne è rimasto solo uno. E qualche tempo dopo il cigno maschio è volato via per non fare più ritorno. A metà giugno, la femmina di cigno è stata trovata morta nello stesso nido in cui aveva covato le proprie uova. «Non c’è molto che possa dire», ha commentato l’attivista per l’ambiente Sam Woodrow parlando con il Manchester Evening News. «Probabilmente è morta di crepacuore, dal momento che si era scelta un compagno per tutta la vita e quest’ultimo è stato spinto via dallo stress».

Michael James Jason ha postato alcune foto sul gruppo Facebook «All About Bolton» (Bolton è una cittadina della Grande Manchester) con queste parole: «Non voglio davvero fare questo post oggi perché arriva con grande tristezza. Ho cercato di tenervi aggiornati su questo cigno che ha deposto sei uova: tre sono state distrutte da alcuni ragazzini. È stata poi molestata dai cani che sono saltati nel nido, da un’anatra e da una gallinella d’acqua. Altre due uova sono state perse ed è rimasta con un uovo. Il suo compagno l’ha lasciata sola e purtroppo sono stato informato questa mattina che è stata trovata accasciata nel suo nido, morta. Ho solo voglia di piangere».

Un portavoce della RSPCA (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals) ha detto: «Questo è uno sviluppo molto triste ed è davvero sconvolgente sapere della morte di questo povero cigno. Stiamo indagando sul doloroso episodio e raccomandiamo a chiunque disponga di informazioni di contattarci al numero 03001238018. I cigni, i loro nidi e le loro uova sono protetti dal Wildlife and Countryside Act del 1981».

Fonte Corriere.it

Rispondi