Prima Pagina>Animali>Lieto fine grazie alla Polizia di Stato: salvi sei cuccioli rubati
Animali

Lieto fine grazie alla Polizia di Stato: salvi sei cuccioli rubati

Il 21 marzo sei cuccioli in fase di allattamento vengono rubati da un’abitazione. Grazie alla prontezza degli agenti, i cuccoli stanno bene e sono con la loro mamma

Una via di mezzo tra Crudelia De Mon e i suoi aiutanti Gaspare e Orazio. Dei personaggi Disney del film ‘La Carica dei 101’ ha di sicuro l’insensibilità e la spregiudicatezza.

Altro non si può dire del pluripregiudicato di 26 anni di Vittoria che, dopo aver acquistato nei giorni scorsi un cucciolo di razza Spitz tedesco nano di Pomerania, ha pensato bene di ritornare nell’abitazione della proprietaria per portarsi via anche sei cuccioli di poche settimane, sottraendoli alla madre ancora non autosufficienti.

Dopo aver aspettato che la casa fosse libera, l’uomo è entrato da una finestra, ha preso i piccoli e li ha messi in uno zaino, rischiandone così anche il soffocamento, portandoli via assieme ad altri oggetti di valore della famiglia.

Provvidenziale la denuncia e il grande lavoro della Polizia di Stato, che in sole ventiquattr’ore ha individuato il colpevole e restituito i piccoli, disidratati e denutriti ma salvi, ai legittimi proprietari e alla madre dei cuccioli. Accade a Ragusa. “Senza la mamma che li allatta moriranno”, aveva detto la signora il 21 marzo agli agenti al momento della denuncia.

La polizia con i cuccioli salvati

Grazie ai molti dettagli forniti dalla donna la Squadra Mobile di Ragusa, con l’ausilio degli uomini del Commissariato di Vittoria, hanno individuato il responsabile. Una volta giunti nell’abitazione del sospettato, l’uomo ha tentato di negare qualsiasi coinvolgimento: è stato tradito dal flebile guaito dei cuccioli che ha guidato gli uomini della Polizia in una stanza dove li hanno trovati in una cesta, disidratati e denutriti. Subito recuperati, i piccoli sono stati restituiti alla legittima proprietaria ma soprattutto alla cagnolina che li ha messi al mondo, che ha così potuto allattarli di nuovo.

I piccoli stanno bene e siamo certi che assieme alla loro mamma dimenticheranno presto questa brutta avventura.

Rispondi