Completamente ricoperto di polvere, disidratato, infreddolito e traumatizzato, è stato immediatamente nutrito, riscaldato e successivamente affidato al veterinario

Milano – Un cagnolino è sopravvissuto per una settimana sotto le macerie della palazzina di Rescaldina, nel Milanese, crollata a causa di un’esplosione lo scorso 31 marzo. I vigili del fuoco lo hanno estratto vivo questa mattina, dopo aver sentito dei rumori provenire da una piccola apertura. L’animale domestico, denutrito, è stato affidato alle cure di un veterinario.

Il cagnolino appartiene a una delle famiglie che abitavano nello stabile crollato, forse a causa di una fuga di gas, avvenuta intonrno alle 7:30 di mattina. Nell’esplosione sono rimaste ferite nove persone su un totale di circa una ventina di abitanti della palazzina di due piani.

Dopo aver estratto il cane dalle macerie, i vigili del fuoco lo hanno prima nutrito, idratato e avvolto in una coperta termica. Poi lo hanno affidato a un veterinario.

Rispondi