Prima Pagina>Arte>Aperte le iscrizioni per partecipare alla Rome Art Week 2020
Arte

Aperte le iscrizioni per partecipare alla Rome Art Week 2020

Anche quest’anno la Città Eterna si tinge di viola. Dal 26 al 31 ottobre è prevista la quinta edizione di Rome Art Week, la settimana dedicata all’arte contemporanea della Capitale.

La manifestazione a cadenza annuale, promossa da KOU, Associazione culturale per la promozione delle arti visive, si pone come strumento di amplificazione al servizio di tutte le figure professionali che ruotano attorno all’Arte Contemporanea romana.

Advertisements

RAW è infatti un collettore di artisti, strutture espositive, curatori ed altri esperti

Advertisements
del settore e funge per loro da vetrina. Oltre agli eventi fruibili durante la settimana della manifestazione, il sito www.romeartweek.com è un vero e proprio portale di networking in cui ogni artista, struttura, curatore ha a disposizione uno spazio personale mediante il quale può promuovere il proprio lavoro.

La piattaforma online è, inoltre, un ottimo strumento per il pubblico dove può consultare il ricco calendario degli eventi della settimana di RAW, nonché le tappe delle diverse visite guidate, i percorsi suggeriti e gli approfondimenti su ogni singolo iscritto.

Rome Art Week è quindi anche uno strumento che crea legami di valore tra il pubblico e il mondo degli artisti, dei curatori e delle strutture attraverso il contatto diretto con l’arte.

Le iscrizioni resteranno aperte fino al 30 settembre e sono compilabili completamente online sul sito dell’evento. RAW vuole essere una manifestazione di democrazia dell’arte che si sostiene grazie alle donazioni volontarie, non sono quindi previsti costi d’iscrizione e di ingresso agli eventi.

Possono partecipare a RAW strutture, artisti e curatori; le prime devono avere sede a Roma e operare con continuità nel settore dell’Arte Contemporanea; gli artisti devono esercitare in maniera comprovata l’attività nell’ambito artistico contemporaneo; i curatori devono proporre dei progetti sul territorio romano e il loro lavoro deve essere basato anch’esso sull’Arte Contemporanea.