Prima Pagina>Arte>Tutto pronto a Roma per la Videoart Week, l’iniziativa di Videocittà
Arte

Tutto pronto a Roma per la Videoart Week, l’iniziativa di Videocittà

Garrett Bradley, America, 2019, The White Flag in America. Courtesy l’artista e Videocittà

Roma – Si preannuncia un evento atteso, a metà tra festival e grande mostra, che celebra la videoarte quale strumento per avvicinare un pubblico più allargato all’arte contemporanea attraverso il linguaggio dell’immagine in movimento.
La prima Videoart Week italiana, giunta alla sua seconda edizione, si prepara a invadere strade, musei, gallerie, fondazioni, spazi no profit e accademie straniere della capitale dal 19 al 27 novembre.
Nata nell’ambito di Videocittà – il festival della visione ideato da Francesco Rutelli, presidente di ANICA e diretto da Francesco Dobrovich – regalerà a curiosi e appassionati otto giornate dedicate interamente alla videoarte, con una novità: una collaborazione più stretta tra le Accademie straniere e il Museo MAXXI.
Lo spazio di via Guido Reni, protagonista di proiezioni e talk, ospiterà artisti e curatori di rilievo internazionale nella Videogallery e nell’Auditorium.

In occasione della serata inaugurale, martedì 19 novembre, dalle 19 alle 21, il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo accoglierà Horse Power del performer veneto Nico Vascellari.

L’opera video – presentata in anteprima assoluta all’ultima Biennale di Lione e in prima nazionale a Roma – documenta un esperimento di tre giorni e tre notti. A nove stuntman è stato chiesto di guidare nove automobili il cui cofano anteriore era stato sostituito con sculture in cera che riproducevano nove animali a grandezza naturale. A ciascun driver è stato inoltre consegnato un manuale comportamentale creato analizzando l’animale in solitudine, ma anche in un ipotetico incontro con gli altri animali coinvolti.
Vascellari unisce performance, scultura, disegno, video e musica in una ricerca sui legami tra potere animale e industria automobilistica. Alla proiezione seguirà un talk tra l’artista, il direttore del MAXXI Arte, Bartolomeo Pietromarchi, e Vittoria Matarrese, direttrice arti performative del Palais de Tokyo di Parigi.

Il 20 novembre dalle 18 alle 21, nel corso di una passeggiata all’insegna della videoarte, che va dal quartiere Gianicolo a Trastevere – Lungara, la Real Academia de España en Roma, lo Studio Stefania Miscetti ed Ex-Elettrofonica saranno al centro di alcune iniziative. La Real Academia de España en Roma proporrà due video di due artiste spagnole residenti presso l’Academia, mentre, dalle 18 alle 21 (i video saranno visibili dal 20 al 27 novembre dalle 16 alle 20 esclusi il sabato e la domenica) lo Studio Stefania Miscetti presenterà l’opera inedita, prodotta in occasione di Videocittà, The Unguarded Moment, 2019, dell’artista Adrian Tranquilli, incentrata sul tema del dialogo in tutte le sue forme.
La galleria Ex-Elettrofonica ospiterà invece l’opera inedita di Sergio Breviario, Nimbo o aureola quadrata e il disegno di Watteau, 2019, ispirato a un dipinto del pittore francese.

La terza giornata della Videoart Week – il 21 dalle 11 alle 19 presso la Videogallery del MAXXI – sarà incentrata sull’ Uomo contemporaneo nell’opera di Jos de Gruyter & Harald Thys, menzione speciale all’ultima Biennale d’Arte di Venezia per la rappresentazione del Padiglione Belga. Per tutta la giornata di giovedì sarà in visione al MAXXI una selezione delle opere video degli artisti, realizzate tra il 1988 e il 2015, mentre in serata i due protagonisti saranno presenti presso l’Academia Belgica per una conversazione con Sophie Lauwers, direttrice mostre presso la Bozar di Brussels.

Il 22 novembre dalle 11 alle 20 presso la Videogallery del MAXXI, Davide Quadrio effettuerà un focus sull’arte dell’immagine in movimento degli artisti thailandesi Apichatpong Weerasethakul e Rirkrit Tiravanija: un’occasione per presentare al Maxxi una visione dell’Asia in un contesto globale raramente visto in Italia.

Il programma al Museo di via Guido Reni prosegue il 24 novembre con il regista americano Garrett Bradley che lavora su una varietà di piattaforme nelle quali esplora l’ingiustizia socioeconomica, i conflitti umani, la riflessione storica. Sarà proiettato il suo nuovo film AMERICA, un omnibus cinematografico radicato a New Orleans con l’obiettivo di rivelare e reinterpretare una storia perduta nel cinema afroamericano.

E mentre il 23 novembre al Magic Lantern Film Festival le curatrici Maria Alicata, Adrienne Drake e Ilaria Gianni presentano Blue-Plate. Food | Art | Activism, una rassegna di opere di videoartisti internazionali che ragionano sulla storia, la politica, l’economia e l’etica connessa al concetto di cibo, il 24, la rassegna di video-arte KIZART introduce i bambini all’arte contemporanea.
Per scoprire nel dettaglio il programma della Videoart Week basta consultare il sito di Videocittà 

Leggi anche:

• Roma si accende con Videocittà, un viaggio oltre le frontiere dell’audiovisivo

Fonte

Rispondi