Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Lo sciocco dice, “Questi sono i miei figli, questa è la mia terra, questo è il mio denaro”. In realtà, lo sciocco non possiede se stesso, tanto meno i figli, la terra o il denaroGautama Buddha

Scottatura o tintarella? Lo decidono i vostri geni

di Stefania Fiorucci
Lo ha dimostrato uno studio condotto in Gran Bretagna da due “cervelli” di casa nostra, Mario Falchi e Alessia Visconti , appena pubblicata sulla rivista nature Communications
Come ci abbronziamo dipende dai nostri geni

Quante volte, ammirando l’abbronzatura perfetta della vostra vicina di ombrellone, vi siete chieste: dove sbaglio? Perché invece io mi scotto? Potete rilassarvi: non è colpa vostra ma dei vostri geni, quindi, di vostra madre e di vostro padre.

Non è una scusa banale, è la scoperta che due ricercatori italiani, Mario Falchi e Alessia Visconti, hanno fatto al King’s College di Londra e poi pubblicato su Nature Communications, prestigiosa rivista di settore dove vengono annunciate le nuove scoperte nel campo della biologia, della ricerca, della fisica, della chimica e delle scienze in generale.

Per loro sono proprio i “geni dell’abbronzatura” a regolare il modo in cui la pelle reagisce ai raggi Uva e Uvb. Lo studio è stato condotto su un campione di 500.000 volontari di cui 120.00 europei: un terzio circa tende a scottarsi mentre i rimanenti due ad abbronzarsi uniformemente. Gli scienziati hanno analizzato le loro informazioni genetiche e ne hanno conservato i risultati in una speciale banca dati genetica. Poi li hanno confrontati con quelli di un gruppo di controllo di 55.000 europei.

Ragazza abbronzata

Così facendo sono riusciti a individuare dieci regioni geniche, tra le venti accertate, che prima non erano state mai associate alle scottature solari ma solo, nel caso dei geni AGR£ e AHR, al rischio di melanoma.

Interrogato sull’argomento, il professor Falchi ha dichiarato: “Il nostro studio, basato sull'analisi statistica, rivela quale tipo di pelle brucia di più al sole. Abbiamo dimostrato che c'è una componente genetica comune alle bruciature e al cancro della pelle. Le scottature sono un rischio enorme per i bambini perché da adulti portano ad aumentare la possibilità di sviluppare il cancro della pelle".