Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Sogna come se dovessi vivere per te. La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni degli altriOscar Wilde

Real Estate: tre premi per l'Italia, eccellenza mondiale

Porta nuova, Porta Volta e Fico, il più grande parco alimentare del mondo, sono stati premiati ai Mipim Awards di Assomobiliare. "Ma occorre rimuovere gli ostacoli al Real Estate per un nuovo e concreto rinascimento urbano
Real Estate: tre premi per l'Italia, eccellenza mondiale
Il quartiere Porta Nuova a Milano.

Roma - L'Italia è l'eccellenza per il Real Estate globale. Ma occorre rimuovere gli ostacoli al Real Estate per un nuovo rinascimento urbano. E' la richiesta che emerge dal convegno promosso da Assoimmobiliare e patrocinato dalla presidenza del Consiglio dei ministri, nell'ambito delle iniziative Re/I Meeting che si è svolto a Milano ed è stato il momento in cui la Real Estate Communty si è riunita per festeggiare le eccellenze italiane, celebrando la triplice vittoria italiana ai Mipim Awards 2018.

   La vittoria italiana, di Coima nelle categorie "Best Urban Regeneration Project" con Porta Nuova e "Best Office & Business Development" con Feltrinelli Foundation & Microsoft House, e di Prelios nella categoria "Best Shopping Center", con il progetto Fico Eataly World, infatti, ha messo in luce la capacità del Real Estate di rigenerare il territorio.

   Per Paolo Crisafi, direttore generale Assoimmobiliare "è nello spirito di Assoimmobiliare promuovere e sostenere gli esempi più virtuosi del Real Estate italiano, affinché contribuiscano fattivamente allo sviluppo e alla riqualificazione del territorio, ispirandosi alle migliori pratiche internazionali. Occorre, quindi, rimuovere quegli ostacoli burocratici e normativi che gravano sul Real estate per liberarne le potenzialità come nei Paesi dotati delle normative più performanti. L'Italia, infatti, attraverso questa triplice vittoria ai Mipim Awards, ha dimostrato di meritare la crescente attenzione che gli investitori rivolgono al nostro Paese e di poter competere con le migliori realtà globali, contribuendo all'ammodernamento nell'interesse generale".

"Tutto ciò è possibile portando avanti un dialogo continuo tra pubblico e privato, come avvenuto con i Comuni di Milano e Bologna e le relative Regioni, per i progetti che oggi festeggiamo. La collaborazione con il Mipim è volta a far conoscere sempre più le buone pratiche italiane a livello internazionale e a prendere spunti per operare in modo sempre più innovativo sul territorio in chiave ecosostenibile".

   "La triplice vittoria italiana - ha aggiunto Filippo Rean, direttore generale Mipim - testimonia la qualità dei progetti vincitori e al tempo stesso la ritrovata capacità del mondo immobiliare italiano, presente in Assoimmobiliare, di fare sistema e di presentarsi in modo unito e compatto ad un appuntamento internazionale come quello di Cannes".

   Soddisfazione anche in casa Coima, come spiega Manfredi Catella, ceo della società: "Dal canto nostro siamo molto soddisfatti per questa doppia vittoria che rappresenta da un lato la forte attrattività della nostra città per i più importanti investitori internazionali, dall'altro una ulteriore conferma del valore dei progetti Porta Nuova e Porta Volta, che hanno saputo cambiare il volto del centro di Milano. Il doppio premio rappresenta inoltre un riconoscimento importante per la nostra squadra e per l'Italia, affermando la capacità del Paese di esprimere progetti di eccellenza capaci di contribuire alla nostra competitività internazionale". 

   "Fico è una grande vittoria italiana: innovazione, creatività efficienza e un gruppo di 26 investitori italiani hanno permesso a Prelios di sviluppare in soli due anni il più grande parco agroalimentare al mondo", ha sottolineato dal canto suo Riccardo Serrini, ceo di Prelios Spa.

   Silvia M. Rovere, presidente Assoimmobiliare, ha spiegato che "i progetti che sono riusciti ad affermarsi nel confronto internazionale sono accomunati da creatività e da un'idea forte, team qualificati e multidisciplinari e dalla qualità e dall'innovazione del prodotto realizzato. Questa è una tematica importante che ci ricorda lo scarso livello qualitativo di parte del nostro patrimonio Immobiliare e la conseguente necessità di lavorare affinché si avvii concretamente una stagione di riqualificazione urbana di dimensioni sufficienti al fabbisogno nazionale ed in grado di attrarre capitali internazionali, anche attraverso il rilancio dell'edilizia destinata alla locazione, un asset class ad oggi pressoché inesistente".