Prima Pagina>Casa>L’architetto e designer Hussain Harba tra i protagonisti di Torino Design of the City 2019
Casa Fashion

L’architetto e designer Hussain Harba tra i protagonisti di Torino Design of the City 2019

L’architetto e designer Hussain Harba è tra i protagonisti di Torino Design of the City 2019 e martedì 8 ottobre alle ore 18.00 è ospite di Sant’Agostino Casa d’Aste e Galleria in corso Alessandro Tassoni n. 56 a Torino. Tema dell’incontro è Il design contemporaneo: dalla poltrona alla borsa. Hussain Harba ci racconta il suo mondo. La Dottoressa Vanessa Carioggia, titolare della celebre casa d’aste torinese, dialoga con l’ospite italo-iracheno per raccontare l’excursus della sua brillante carriera all’ombra della Mole e per presentare i numerosi progetti da lui firmati che spaziano dall’arredamento al fashion.

Tra le opere presentate c’è anche Bloom, la rivisitazione della famosa poltrona Joe realizzata nel 1970 in onore di Joe di Maggio dai designer italiani Jonathan De Pas, Donato D’Urbino, Paolo Lomazzi e prodotta dall’azienda italiana d’arredamento Poltronova. La versione da lui reinterpretata è una limited edition di 24 poltrone composta da 4 esemplari in 6 varianti di colore. Con Bloom il designer interviene sulla superfice dell’oggetto, creando un appeal elegante e delicato. I tralci di fiori stilizzati gli conferiscono una nuova leggerezza, così come il colore – altro elemento innovativo rispetto a Joe – gli regala una carica sensoriale ed emozionale, senza tuttavia modificarne il carattere originale.

Ogni poltrona è un pezzo unico, realizzato a mano da Poltronova con cura sartoriale e con materiali di altissima qualità. Oltre alle tre marchiature di Joe, per questa serie limitata, ogni poltrona è anche numerata e firmata da Hussain Harba. Accolta con entusiasmo dalla critica, Bloom pare essere il primo intervento su un oggetto storico del design internazionale. Durante l’incontro il fashion designer Hussain Harba racconta anche la genesi delle borse da lui create con la figlia Alia che appartengono alla collezione Mini-Home.

Note ad un pubblico internazionale di amateurs che le definisce opere che coniugano arte, moda e design, sono state protagoniste di tre edizioni della Torino Fashion Week e la Camera Nazionale della Moda Italiana ha inserito una sfilata di Hussain Harba nel calendario ufficiale della Milano Fashion Week dello scorso settembre. Vere opere d’arte da indossare, le Mini-Home – il cui nome vuole rendere omaggio alla casa intesa come simbolo di sicurezza che cela e custodisce il mondo di ogni signora – sono customizzate e quindi tutte diverse tra loro così da rispecchiare la personalità di ogni donna.

Tra le fashion addicted che le hanno già richieste ci sono la show girl Elena Barolo, l’attrice Linda Messerklinger e la modella Bali Lawal che è stata protagonista delle passerelle di Armani, Bulgari, Krizia, Chopard, Calvin Klein, Versace, Damiani e altri stilisti. L’evento ospitato da Sant’Agostino è un’occasione interessante per conoscere il design contemporaneo. La Casa d’Aste e Galleria espone infatti prestigiose opere del design contemporaneo quali un pezzo unico di Giò Ponti che è stato esposto a Parigi e molti Compassi d’oro. L’incontro Il design contemporaneo: dalla poltrona alla borsa. Hussain Harba ci racconta il suo mondo è trasmesso anche in diretta streaming su www.santagostinoaste.it e www.canalearte.tv. La partecipazione è gratuita fino ad esaurimento posti ed è subordinata all’iscrizione.

Hussain Harba

L’architetto Hussain Harba nasce in Iraq, a Babilonia. A 18 anni si trasferisce in Italia per frequentare prima l’Università di Perugia in cui impara l’italiano e successivamente la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino. Dopo la laurea ha lavorato nell’ambito della progettazione pubblicitaria e nel 1997 ha fondato La TriArt Pubblicità, uno studio di progettazione e produzione che diventa il laboratorio creativo per la realizzazione di più di 173 mila art objects che, da allora fino ad oggi, sono stati creati per i più famosi brand italiani e internazionali e distribuiti in tutto il mondo.

Nel 2001 il suo studio ha vinto il premio “Italia che lavora” tra le aziende che si sono maggiormente distinte nel settore Pubblicità contribuendo a far progredire il Paese sia economicamente che socialmente. L’architetto Hussain Harba, che è soprattutto un artista, progetta componenti d’arredo dalle forme innovative e dai colori accesi nei quali i materiali hanno un ruolo fondamentale. Celebri i divani e le poltrone: i suoi modelli, unici o in serie limitata e numerata, sono registrati presso l’Euipo (European Union Intellectual Property Office).

Le creazioni dell’architetto Harba non si fermano ai grandi progetti architettonici o agli oggetti di design, ma la sua grande creatività trova spazio anche nel mondo del fashion. Ne sono un esempio gli art objects in edizione limitata: i gioielli di lusso dall’allure sofisticata, le borse iconiche Mini-Home e gli accessori moda che sono un must have per le trend setter più note.

L’impegno nel mondo del design lo consacra nel 2017 con una collaborazione con la storica azienda Poltronova di Firenze che ha prodotto una limited edition di 24 poltrone Joe intitolata “Bloom” presentata al MIAAO di Torino. Una vera e propria icona del design mondiale, realizzata dai designer italiani Jonathan De Pas, Donato D’Urbino e Paolo Lomazzi nel 1970 e prodotta dall’azienda italiana storica di design Poltronova, diretta da Roberta Meloni.