Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

The Rock confessa: "Io, vittima della depressione. Riuscivo solo a piangere"

La star del cinema tutta muscoli e azione, Dwayne "The Rock" Johnson, rivela di aver sofferto di depressione. "Non volevo fare nulla nè andare da nessuna parte. Volevo solo piangere".
La star del cinema e del wrestling rivela di aver assistito al tentativo di suicidio della mamma
The Rock, sotto i muscoli la fragilità di un uomo che ha sofferto di depressione

Lo vedremo di nuovo sul grande schermo nel film tutto esplosioni, effetti speciali e azione Rampage, Furia animale, in sala dal 12 aprile. Del resto il wrestler e attore Dwayne Johnson, in arte The Rock, ci ha sempre abituato a essere la star di pellicole in cui muscoli, botti e avventura al limite della credibilità la fanno da padrone (da Il re Scorpione, a vari film della serie Fast and Furious al recente Jumanji Benvenuti nella giungla). Ebbene, l’uomo che ha fatto della prestanza fisica e della forza il suo biglietto da visita, tanto da essere soprannominato “la Roccia”, in una recente intervista al magazine inglese The Express ha rivelato di aver combattuto una depressione che per lungo tempo lo ha lasciato “devastato e costantemente in preda al pianto”.

Ho raggiunto un punto della mia vita in cui non volevo fare nulla o andare da nessuna parte, volevo solo piangere” ha confessato il quarantacinquenne attore e produttore canadese di origine samoana, che ha rivelato per la prima volta di aver visto la madre Ata tentare il suicidio davanti ai suoi occhi, pochi mesi dopo che erano stati sfrattati dal loro appartamento. Dwayne aveva solo quindici anni, era il 1987.

A un certo punto mamma è uscita dall’auto nel bel mezzo dell’Interstate 65 e ha cominciato a camminare verso le macchine che arrivavano in senso opposto. Molti camion e veicoli l’hanno schivata, finché sono riuscito a prenderla per la spalla e riportarla sul ciglio della strada. E’ stato terribile”. L’attore hollywoodiano, uno dei più pagati nel mondo del cinema e della televisione, ha poi aggiunto: “La cosa pazzesca di questo tentato suicidio, è che ancora oggi mamma non ha ricordi di quello che accadde quel giorno. E forse è meglio così”.

Gli anni successivi a quei giorni terribili, furono pieni di sfide e difficoltà per The Rock: il suo sogno di diventare un giocatore professionista di football andò in fumo a causa di una serie di infortuni, e anche la storia d’amore con la donna che poi sarebbe diventata sua moglie finì in malo modo. “Quello è stato il periodo peggiore di tutta la mia vita. Volevo solo piangere

Furono la forza di volontà, la capacità di trovare l’energia interiore e la vitalità giusta a permettere a Johnson di dedicarsi completamente al wrestling (è stato per dieci volte campione mondiale e ha vinto numerosi premi di categoria in carriera) e di buttarsi poi a capofitto nella recitazione.

Da Il re scorpione del 2002 in poi, è stata una cavalcata continua per The Rock, che ha inanellato un successo dietro l’altro, ed oggi è anche un’apprezzata star del piccolo schermo: nella serie tv Ballers (la cui quarta stagione è stata già confermata) interpreta Spencer Strasmore, un ex giocatore di football diventato manager finanziario dei Miami Dolphins.

Dopo l’uscita in sala di Rampage, lo ritroveremo di nuovo al cinema nell’action thriller Skyscraper, dal 13 luglio.