Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

"Men in Black": a giugno del 2019 arriva al cinema il reboot del film uscito nel 1997

In pre-produzione un nuovo capitolo della saga della pellicola interpretata da Willy Smith e Tommy Lee Jones, nelle sale il prossimo anno. Nel cast questa volta ci saranno Chris Hemswoth e Tessa Thompson. Steven Spielberg è il produttore esecutivo
Chris Hemsworthe (Thor) e Tessa Thompson (Annientamento) nel cast del nuovo film di Steven Spielberg è produttore esecutivo.

14 giugno 2019. I fan del film del 1997 Men in Black (diretto da Barry Sonnenfield e interpretato da Will Smith e Tommy Lee Jones) si sono già appuntati questa data sul calendario, perché proprio quel giorno uscirà nei cinema statunitensi il reboot della commedia fantascientifica (senza supereroi) che ad oggi detiene uno dei maggiori successi commerciali della storia.

Il titolo della pellicola non è stato reso noto, ma già si sa che tra i protagonisti ci saranno Chris Hemswoth, l’attore australiano che ha incarnato Thor, e Tessa Thompson, che proprio con Hemsworth ha recentemente recitato nell’action-movie Thor Ragnarok, dove interpretava la guerriera Valchiria.

The Hollywood Reporter ha reso noto che dietro la macchina da presa di questa super produzione ci sarà Gary Gray (regista di The Italian Job, Giustizia privata e Fast & Furious 8), mentre la sceneggiatura sarà curata dagli scrittori di Iron Man, Matt Holloway e Art Marcum. I produttori saranno gli stessi del film originale (che ebbe due sequel, nel 2002 e nel 2012), e come produttore esecutivo ci sarà nientemeno che Steven Spielberg.

Ancora segreta la trama della pellicola e il ruolo che Hemswoth e Thompson interpreteranno: si sa solo che l’azione partirà da Londra e la storia si collegherà a quella dei capitoli precedenti, di cui costituirà un prequel.

L’idea che sottende questo nuovo lavoro, è la stessa usata per il film Jurassic World: riportare sul grande schermo le atmosfere e le avventure di una saga di successo come quella iniziata nel 1997, che solo negli Stati Uniti incassò oltre duecentocinquanta milioni di dollari. L’idea, ovviamente, è anche quella di incamerare un bel po’ di soldi, espandendo il numero di personaggi, arricchendo la trama, e portando sul grande schermo attori popolari e di sicuro richiamo.

Chissà come si evolverà la vicenda dell’organizzazione segreta che (all’insaputa persino del governo americano) controlla l’afflusso degli extraterrestri sul pianeta Terra. Per il momento l’operazione è proprio top secret.