Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

Sean Penn fuma in diretta e confessa di aver perso la passione per la recitazione

di Aurora Edoardi
L’attore, regista e produttore Sean Penn (ex marito di Madonna) in diretta tv dichiara di aver perso la voglia di recitare. E mentre parla del suo primo libro, fuma copiosamente in diretta televisiva
L’attore presenta il suo nuovo romanzo e dice di voler molto bene a Madonna
Sean Penn presenta il suo libro in TV e fuma copiosamente

Vuole molto bene alla sua ex moglie Madonna, si è divertito a scrivere il suo primo romanzo, e sta perdendo l’entusiasmo e la passione per la recitazione. L’interprete e regista americano Sean Penn (due volte premio Oscar come miglior attore, nel 2004 per Mystic River di Clint Eastwood, e nel 2009 per Milk di Gus Van Sant) sta tornando sotto i riflettori per alcune dichiarazioni rilasciate durante la partecipazione al programma televisivo serale della CBS The Late Show With Stephen Colbert.

Nel corso della chiacchierata con il giornalista, Penn (58 anni il prossimo 17 agosto) si è acceso una sigaretta e ha continuato a fumare, in diretta, durante tutto il suo intervento. E quando Colbert gli ha chiesto di smettere, per preservare la sua salute, l’attore (noto per il carattere non facile e la sua scontrosità) ha risposto “Più sicurezza per gli oncologi”. Un comportamento che non è passato sotto silenzio, e che sta destando reazioni non proprio positive nel pubblico di una nazione che ha messo al bando il fumo oltre vent’anni fa (lo Stato della California è stato il primo al mondo ad introdurre una legge antifumo sui posti di lavoro nel 1994, e un divieto di fumo totale negli spazi chiusi nel 1998).

Visibilmente assonnato, l’attore che ha recitato per Paolo Sorrentino in This Must Be The Place del 2011 ha ammesso di risentire ancora degli effetti del sonnifero preso la notte precedente. “Sono ancora sotto effetto di Ambien” ha ammesso, prima di iniziare a parlare del suo debutto come scrittore col il romanzo Bob Honey Who Just Do Stuff, storia di un moderno uomo americano, imprenditore, killer a pagamento che vende fosse biologiche ai testimoni di Geova e organizza spettacoli pirotecnici per dittatori stranieri.

Interrogato su questa nuova avventura creativa, Penn ha dichiarato: “E’ da quando avevo trent’anni che mi viene chiesto di scrivere delle memorie o qualcosa del genere, ma quest’idea mi ha sempre imbarazzato. Quando ho iniziato a pensare a questo libro, mi è venuto in mente uno dei personaggi che lo popolano, ho deciso di dargli vita e di svilupparlo. Il processo non è molto diverso dalla recitazione (in cui devi incarnare un personaggio e diventarlo), con la differenza che non hai la pressione economica legata al risultato di un film e non c’è un regista che ti dice cosa devi fare. E’ un lavoro più autonomo e libero”.

Per quanto riguarda il mondo del cinema e la recitazione, Penn ha dichiarato a Stephen Colbert: “La cosa più importante che un attore possa donare all’interno del processo creativo di realizzazione di un film, è recitare bene con gli altri, è la collaborazione. Col passare del tempo mi rendo conto che non mi trovo più bene con gli altri, quindi il lavoro è diventato sempre meno interessante e piacevole. Anche per questo ho deciso di scrivere un romanzo, perché non devo lavorare con nessuno”.

Una affermazione simile, Sean Penn l’aveva fatta anche allo show del mattino di Tracy Smith, in cui aveva detto: “Forse, ora come ora, ho un approccio più intellettuale, razionale nei confronti di questa professione, ma non sento più nessun coinvolgimento viscerale, non ne sono più innamorato diciamo”. Un’affermazione che ha messo in allarme tutti gli amanti del cinema, e che arriva solo due mesi dopo che un altro gigante della settima arte come Daniel Day Lewis ha confessato di non voler più recitare.

Nel corso della trasmissione, Sean Penn ha ricevuto da Colbert una impertinente e provocatoria domanda a bruciapelo: “Chi preferisci tra Madonna e Britney Spears?”. Penn (sposato con la regina del pop dal 1985 al 1989) ha scherzosamente risposto: “Madonna e Britney non si possono paragonare. Io voglio ancora molto bene alla mia ex moglie, sono uno che tifa Madonna”.

Insomma, l’amore per il mestiere dell’attore se n’è andato, ma quello per la Material Girl è rimasto. E anche quello per il fumo.