Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se parli con un uomo in una lingua a lui comprensibile, arriverai alla sua testa. Se gli parli nella sua lingua, arriverai al suo cuoreNelson Mandela

La morte di Carlo Vanzina, erede e innovatore della commedia all'italiana

Un uomo colto, gentile e ironico. Il ricordo di Massimo Boldi
vanzina morte boldi
Carlo Vanzina (a sinistra) con il fratello Enrico, sceneggiatore

Carlo Vanzina era "un regista straordinario, faceva un film in tre giorni. Voleva lavorare, fare presto. Aveva grande signorilità, grande simpatia, un gentleman del cinema, e un gentleman come uomo, padre e marito". E' il ricordo commosso di Massimo Boldi del regista scomparso oggi, con cui l'attore milanese condivide tanti successi. "Il primo film in assoluto di Carlo l'ha fatto con me - ricorda Boldi a Rainews 24 - era 'Luna di miele in tre'. Poi ne abbiamo fatti tanti. Eravamo proprio amici veri. Abbiamo creato un genere, il film di Natale, per regalare un sorriso a tutti gli italiani. Abbiamo dato il 'là a un genere straordinario che per un quarto di secolo ha dominato gli incassi al botteghino e si è conquistato l'affetto del pubblico".

 "La notizia della scomparsa di Carlo Vanzina mi addolora. Il cinema italiano perde un grande regista, capace di cogliere al meglio gli aspetti tipici della commedia all'italiana. Le sue pellicole hanno caratterizzato un'epoca. Le mie sincere condoglianze a familiari e amici". Così su twitter il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli ricorda il regista scomparso oggi.

Fonte: AGI