(ANSA) – RIMINI, 27 MAG – Sono 241 le candidature per la 38/a edizione del Bellaria Film Festival, dedicato al documentario indipendente, in programma dal 24 al 27 settembre: 193 arrivano dall’Europa (Italia, Germania, Francia, Spagna, Austria, Svezia, Ungheria, Croazia, Svizzera e Grecia), 48 sono state inviate da film-maker attivi in India, Federazione Russa, Stati Uniti e Cina, nonostante il bando preveda la partecipazione solo di opere del Vecchio Continente. Molte, in particolare, le candidature giunte dall’Iran, un segnale di forte interesse – sottolinea il direttore artistico Marcello Corvino – per un paese che vive una difficile condizione di isolamento culturale.
    Temi portanti del Festival 2020 sono i valori dell’articolo IX della Costituzione Italiana (“La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
    Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”) che i documentari in concorso (sono 60 quelli proposti dai giovani ‘under 30’) dovranno declinare nel visivo. (ANSA).
   

Rispondi