Cinema Tascabile: dal 18 luglio torna il furgoncino che porta il cinema sotto casa con una festa di artisti e performance

Il cinema che ti arriva sotto casa

L’intramontabile Volkswagen Bulli, originale anni Settanta, è il simbolo divenuto ormai noto del progetto, nato in particolare per le periferie 5 anni fa, nell’ambito dell’Estate Fiorentina: Cinema Tascabile è il cinema che ti arriva sotto casa e quest’anno coinvolge oltre a Firenze anche il comune di Scandicci in 9 luoghi per 19 serate.
Il tema di questa V edizione: il confronto tra generazioni e l’integrazione, affrontato in una ricca selezione di film cult e novità, documentari e commedie con focus su temi come la danza e la poesia di Dante nell’anno del sommo poeta.
Poesia e leggerezza sono lo spirito dell’iniziativa e infatti tutti gli abitanti del quartiere saranno invitati a scoprire le novità del progetto che coinvolge i giovani registi fiorentini, i cui cortometraggi verranno proiettati prima del film, e tutti gli artisti chiamati a proporre le proprie performance originali. Quest’anno Cinema Tascabile ha voluto dare grande risalto agli artisti (e a tutti i lavoratori dello spettacolo che ruotano attorno ad essi), contribuendo il più possibile alla loro ripartenza: con 14 performance diverse e originali.
I Luoghi e i film
Cinema Tascabile si inaugura domenica 18 luglio a Scandicci (Giardino dell’Humanitas) con una vera e propria festa: il gruppo musicale Comari sull’uscio, le cantastorie delle musiche popolari toscane, con l’ausilio di oggetti d’epoca e strumenti musicali, ripropongono racconti, canti di lavoro, scherzi, ninne nanne, rispetti e dispetti nell’uso toscano, patrimonio della tradizione orale. Seguirà la proiezione di Bangla, la storia di Phaim, musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, quartiere multietnico di Roma, combattuto tra le regole inviolabili dell’Islam e l’istinto del suo amore giovanile. Il film ha vinto un Nastro d’Argento e un Davide di Donatello.
A Scandicci i luoghi sono il Giardino Humanitas, la Casa Del Popolo Vingone, la Casa Del Popolo Badia A Settimo, e il Circolo Mcl San Vincenzo. Sei delle sette serate saranno introdotte da performance, alcune delle quali create appositamente per Cinema Tascabile, in un dialogo aperto e indipendente con gli artisti coinvolti (Ciro Masella, Luca Zacchini, Maurizio Giunti, Nicola Cisternino, Meltin pot dance collective, Matteo Zoppi, Claudio Sbrolli).
Tra i film in programma a Firenze nei quartieri: Q2 a Villa Arrivabene, Q3 al Giardino del Centro Sociale di Sorgane, Q4 in piazza della Crezia, Ugnano, Q5 in piazza Primo Maggio a Brozzi e a villa Pallini in via Baracca: titoli d’autore, documentari e film a tema come Mr Gaga di Tomer Heymann documentario dedicato a Ohad Naharin, creatore del linguaggio di movimento “Gaga”, che ha rivoluzionato il mondo della danza. Il Premio di Alessandro Gassman con Gigi Proietti, Rocco Papaleo e Matilda De Angelis, commedia del 2017 che ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d’Argento. La commedia molto attesa Grandi bugie tra amici di Guillaume Canet sequel di Piccole bugie tra amici film cult in Francia.
Il documentario The sky over kibera in cui il regista Marco Martinelli reinventa la Divina Commedia nell’immenso slum di Nairobi, Kibera, tramite la voce e i gesti di 150 bambini e adoloscenti. Domani è un altro giorno di Simone Spada, con Valerio Mastandrea e Marco Giallini, che ha ottenuto 2 candidature ai Nastri d’Argento e 1 candidatura a David di Donatello.
Senza escludere i grandi film da rivedere come This must be the place di Paolo Sorrentino o Lo sguardo di Ulisse di Theodoros Angelopoulos con Harvey Keitel, premiato al Festival di Cannes, film a tema scelto per celebrare Dante. Ancora sulla danza il documentario di Styeven Cantor Dancer con il noto ballerino russo Sergei Polunin.
Per quanto riguarda le performance, 8 serate su 12 saranno a cura di artisti, con un focus su Dante (4 serate dedicate) e spazio alla danza. Tanti gli artisti coinvolti: Lorenzo degl’Innocenti, Paola Vezzosi, Michelangelo Scandroglio, Paola Corsi, Mikahil Pazi, un terzetto di giovanissimi del Conservatorio Cherubini di Firenze, Francesca Lettieri, Andrea Beninati, Leonardo Torrini, Riccado Cardazzo, i Vocal Blue Trains. Tutti professionisti che gravitano nell’area metropolitana fiorentina, in molti casi unitisi per creare qualcosa di originale e indedito per l’occasione.

Exit mobile version