“Non è giusto mettere sullo stesso piano gli orribili episodi di violenza sessuale con complimenti o umorismo fuori luogo”. Con questa dichiarazione ufficiale Morgan Freeman si scusa per essere stato frainteso da tante donne

Chiuso un caso se ne apre un altro. Sembra non fermarsi mai l’onda che sta travolgendo il mondo del cinema con una serie di scandali di natura sessuale perpetrati da potenti uomini dell’industry ai danni di attrici e donne dell’entertainment. Tanto che in molti ormai si chiedono quale effettivamente sia il limite tra atteggiamento amichevole e comportamento inappropriato.

Dopo che Harvey Weinstein (ora in libertà vigilata su cauzione da dieci milioni di dollari, con braccialetto elettronico) continua a professare la sua innocenza, e dopo che anche il regista francese Luc Besson è stato denunciato per stupro, è l’attore premio Oscar Morgan Freeman l’ultimo in ordine di tempo a essere stato travolto dalle accuse di molestie sessuali. Ben otto donne avrebbero dichiarato di esserne state vittime, e altrettante sarebbero state testimoni di atteggiamenti non adeguati.

Tutto è partito dall’inchiesta realizzata dalla giornalista di Cnn Chloe Melas, che dopo aver ricevuto commenti non proprio inequivocabili da parte dell’attore durante un’intervista, ha deciso di indagare sui comportamenti di Freeman, trovando purtroppo una serie di conferme ai suoi sospetti. Da parte sua l’attore di Million Dollar Baby, Le ali della libertà, Seven, Invictus – L’invincibile si è detto “devastato” per le accuse ricevute. In un comunicato ufficiale l’ottantenne interprete statunitense ha dichiarato: “Mi devasta sapere che 80 anni della mia vita rischiano di essere indeboliti, in un batter d’occhio, da quanto riportato dai media giovedì. Tutte le vittime di aggressioni e molestie meritano di essere ascoltate. E abbiamo bisogno di ascoltarle. Ma non è giusto mettere sullo stesso piano gli orribili episodi di violenza sessuale con complimenti o umorismo fuori luogo”.

Rispondi