Un protagonista d’eccezione come Papa Francesco. Location straordinarie come il Vaticano. Immagini di repertorio uniche come quelle dell’archivio vaticano. Wim Wenders ha goduto di tutto ciò per il suo docufilm su Papa Francesco presentato a Cannes

Nemmeno nei miei sogni più arditi avrei mai immaginato di girare un film su Papa Francesco. Quando ho ricevuto la lettera con l’invito a venire in Vaticano per discutere della possibilità di girare un film sul Papa con monsignor Dario Viganò, per prima cosa ho tirato un respiro profondo, poi sono andato a fare il giro del palazzo”. Così il regista tedesco Wim Wenders ha descritto il suo primo approccio a Papa Francesco. Un uomo di parola, un film non sul Papa, ma con il Papa come lui stesso ha sottolineato, parlando a proposito del suo nuovo lavoro, appena presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes.

Rispondi