Prima Pagina>Cinema>Un’altra vita, la Polonia da ridere
Cinema

Un’altra vita, la Polonia da ridere

(ANSA) ROMA 22 APR – ‘Un’altra vita – Mug’ della regista polacca Malgorzata Szumowska è un’opera prima, tra satira e religione, che nel 2018 al Festival di Berlino si è aggiudicata l’Orso d’Argento (il Gran Premio della Giuria). Protagonista di questa storia, in sala dal 24 aprile con Bim – Movie Inspired, ovvero Jacek (Mateusz Kościukiewicz), un ragazzo con una faccia da Cristo, che ama l’heavy metal, la sua fidanzata, il suo cane e la sua 126 Fiat rosso Ferrari, con tanto di alettone. La famiglia e i parrocchiani del suo paesino di provincia lo trovano un tipo bizzarro, divertente, un mezzo matto, ma Jacek ha il suo normale lavoro nel cantiere edile di quella che diventerà la statua di Cristo più alta del mondo. Ma il destino vuole che proprio mentre lavora a questa statua, l’uomo ha un terribile incidente e si deve sottoporre al primo trapianto facciale del Paese. Dopo il cambio di faccia, per Jacek le cose non vanno bene. Il suo essere ai confini si amplia ancora di più ora è una sorta di vero freak.
   

Rispondi