Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se vuoi vivere la vita stupisciti dell’esistenza in sé, dedicati all’ascolto, alle relazioni cerca di trovar tempo per contemplare e sognareEnzo Bianchi

Dopo il caso del giovane ecuadoriano la polizia avrà le pistole elettriche

di Redazione Cronaca
"Inizieremo la sperimentazione con i taser perché siamo attenti alla sicurezza del nostro personale senza arrecare eccessivo danno alle persone che delinquono", dice il capo della polizia Gabrielli dopo aver incontrato l'agente ferito e il collega
Dopo il caso dell'uccisione del giovane ecuadoriano, presto la polizia avrà le pistole elettriche.
Jefferson Garcia Tomalà, il 21enne che ha perso la vita a Sestri Ponente dove aver accoltellato un agente e ferito il collega.

Genova - "Abbiamo terminato l'iter per dotare tutto il nostro personale di taser. Inizieremo a breve una sperimentazione sul campo per sottolineare che l'amministrazione è attenta alla sicurezza del nostro personale, senza arrecare eccessivo danno alle persone che dovessero trovarsi al di la' della barricata". Della prossima dotazione delle forze dell'ordine con la "pistola elettrica" ha parlato a Genova il capo della Polizia, Franco Gabrielli, dopo aver fatto visita a Paolo Petrella, l'agente rimasto gravemente ferito con quattro coltellate nella colluttazione avvenuta domenica in un'abitazione nel capoluogo ligure, durante la quale è stato ucciso il 20enne ecuadoriano Jefferson Tomalà per i colpi esplosi dall'altro poliziotto intervenuto per salvare il collega, che però ora è stato indagato per omicidio colposo. 

Gabrielli ha voluto incontrare entrambi i poliziotti: "Li ho trovati entrambi bene. Il collega ferito, ancora con i postumi, è ancora scosso, come credo una situazione del genere imponga, e anche l'altro giovane collega che è stato risolutivo, anche se queste vicende lasciano un aspetto di amarezza perché quando muore una persona, anche se delinque, anche se si e' posta in condizione offensiva nei nostri confronti, non è mai un bene e di questo anche il collega è consapevole".

"Cominceremo con l'Arma dei carabinieri e in parte la Guardia di finanza in diverse citta' italiane e poi il taser sarà fornito in dotazione alle forze dell'ordine su tutto il territorio nazionale", ha aggiunto poi Gabrielli, che in questo modo risponde alle richieste avanzate in queste ultime ore da alcuni sindacati di polizia. "L'iter era iniziato alla fine del 2014, ora avvieremo una sperimentazione operativa sul campo: sono armi che devono essere assegnate con una certa modalità".

Il capo della Polizia è oggi a Genova per partecipare ad un convegno su sicurezza e terrorismo organizzato dallo Spi Cgil e dalla Camera del Lavoro. Ma Gabrielli ha voluto cogliere l'occasione per "portare il saluto e l'abbraccio dell'amministrazione a due colleghi che hanno vissuto una vicenda difficile e particolare".