Prima Pagina>Cronaca>A Casa Viola i bambini non hanno più la paura nel cuore e nel volto
Cronaca Sociale

A Casa Viola i bambini non hanno più la paura nel cuore e nel volto

A Casa Viola a Benevento le donne maltrattate con i loro figli trovano rifugio e tutela. Quella di Alice è una delle tante storie di donne italiane che subiscono violenza tra le mura di casa. Già 70 femminicidi quest’anno, 123 nel 2017

Quei bambini ora non hanno più il volto impaurito. E ciò grazie a Casa Viola, che a Benevento accoglie donne maltrattate. La struttura aperta tre anni fa accoglie tutti, mamme e figli. Come dice il presidente Maria Franzo “per tutelare i piccoli dobbiamo tutelare le madri”. E Casa Viola si collega alla storia di Alce (nome di fantasia) che è una delle purtroppo tante donne che in Italia ha subito violenza dal marito. Sono 70 finora i femminicidi registrati nel 2018, ben 50mila le donne che nel 2017 si sono rivolte ai centri antiviolenza e l’anno scorso i femminicidi sono stati 123: numeri che fotografano una situazione a dir poco vergognosa ed intollerabile. Numeri che ci fanno riflettere e ci invitano a capire che il “25 novembre” non è un solo giorno all’anno, ma sull’emergenza della violenza contro le donne servono soprattutto azioni concrete da parte delle istituzioni e di tutti i soggetti in grado di fare la propria parte. E non gli slogan di politici che cercano solo di fare presa davanti alle telecamere. La storia di Alice che innamorata dell’uomo con il quale si è sposata ed assieme hanno messo al mondo due figli è purtroppo una delle tante. La loro vita sembrava felice, poi per una serie di cause, l’uomo è diventato violento e ha rinchiuso i figli dentro uno stanzino. La storia di Alice è la drammatica parabola di una storia d’amore nata a Praga. La donna non poteva più resistere alle violenze e ha avuto il coraggio di denunciare. E l’invito in questi giorni da parte di esperti rivolti alle donne  nel corso di incontri e convegni sul tema è di “avere la forza ed il coraggio di denunciare”. In Italia stanno crescendo le strutture come Casa Viola ed è ora e tempo che lo Stato investa in questa che è divenuta da anni una vera e propria emergenza. Non bastano i calciatori che si macchiano la faccia di rosso (ad indicare il sangue)! Il sangue sui volti delle donne maltrattate è autentico, purtroppo! (Buone notizie) 

Casa Viola tutela le donne

Foto sotto: nuova casa che difende donne maltrattate (ottopagine.it) 

Rispondi