Prima Pagina>Cronaca>“Andiamo al largo”, con Milano e il suo popolo
Cronaca

“Andiamo al largo”, con Milano e il suo popolo

Il rapporto tra persona la comunità, nella sfida col potere, sarà al centro della riscoperta dell’“europeo” Vaclav Havel (filosofo e drammaturgo cecoslovacco) che il Consolato della Repubblica Ceca di Milano, insieme alla rivista VITA, rilanciano al Festival, occasione per rileggere i grandi cambiamenti del 1989.
Il famoso ortolano “che ha il cuore al posto giusto” diventa Presidente per due volte di una nuova Repubblica. Ma quale vita ha reso possibile tutto ciò? L’esperienza umana e politica, la ricerca di se stessi: ne darà attualità e testimonianza Michel Zantovsky, fondatore con Havel di un nuovo partito, suo ambasciatore in occidente, (Inghilterra, Israele, Stati Uniti) e oggi Direttore della Havel Library. Dunque, “Il tentativo di vivere nella verità. Havel e l’amicizia” (mercoledì 12 giugno, ore 18, Auditorium Cmc).
Quella “vita sotto le macerie” – il vero cuore di questo personaggio – emergerà nella Lettura teatrale di Massimo Popolizio delle “Lettere a Olga”, scritte da Havel nei cinque anni di prigionia subito dal regime comunista (mercoledì 12 giugno, ore 21.15, palco di piazza Beccaria).

L’unico argine al potere è il desiderio, la persona dentro un popolo, una testimonianza e le sue parole: ecco allora Antonia Pozzi che dal palco di piazza Beccaria (venerdì 14 giugno, ore 20.45) – grazie al Teatro Farneto di Elisabetta Vergani (attrice) e Maurizio Schmidt – sotto il cielo di Milano ritrova il suo posto nella nostra città con la pièce “L’infinita speranza di un ritorno”.
Giovane segnata da un desiderio di vita tale da dirci cos’è la persona, nella sua grandezza e fragilità: potente poetessa – oggi riscoperta dalla critica – di famiglia borghese, cercò e scoprì il popolo, servendo, come poteva negli anni ‘30, la sua indigenza e fatica, tra la Bassa di Milano e le sue montagne di Pasturo.

E anche la musica nasce in città, tra la gente … dal Jazz ai grandi autori e cantautori. Il giovane sassofonista Francesco Cafiso, siciliano, che stupisce il mondo del Jazz internazionale con il suo sax alto (nel 2009 si è esibito alla Casa Bianca davanti all’allora presidente Barack Obama), sbarca a Milano, ad Andiamo al largo, con il Duo Cafiso, con Mauro Schiavone al piano, per un’esibizione Jazz sotto le stelle e fotografia con le immagini della “vita nella comunità” scattate dal fotografo Pino Ninfa dai sobborghi delle periferie del mondo. (mercoledì 12 giugno, ore 22, palco di piazza Beccaria).

Nel ventennale della morte non poteva mancare al Festival Fabrizio De André. “Una goccia di splendore, di verità” è il titolo del concerto/tributo. Sul palco Mark Harris (pianoforte), presente nell’ultimo memorabile tour di Faber; Roberto Colombo, già della Premiata Forneria Marconi, che ha avuto modo di arrangiare alcuni brani famosissimi di De André e molto apprezzati dal grande artista genovese (vocoder e basso sinth); Antonella Ruggiero, genovese, una delle più belle e intense voci del panorama musicale non solo italiano; Ivan Ciccarelli, fuoriclasse della batteria (palco piazza Beccaria, giovedì 13 giugno, ore 21.30).
Appena prima di De André (sempre palco piazza Beccaria, ore 20.45) la Lettura teatrale de “I Cori da La Rocca” di Eliot, autore de La Terra desolata e I Quattro quartetti, un canto di suggestivo, epocale e dantesco sul vivere moderno e contemporaneo. Che riannoda e allarga il tema: “Molto da abbattere, molto da costruire, molto da sistemare di nuovo..”, con l’attore Matteo Bonanni e Francesco Pasqualotto (pianoforte).

Sarà l’Abate generale dei Cistercensi nel mondo, eredi di san Benedetto, il teologo luganese padre Mauro Giuseppe Lepori a rispondere, nell’incontro “Persona, popolo, querere Deum”, dove racconterà da quale vita nacque e può nascere quel legame nuovo tra l’io, la comunità e il popolo che caratterizzò l’Europa dei benedettini (palco centrale piazza Beccaria, giovedì 13 giugno, ore 18.30).

Programma completo in allegato


In apertura image by Vitalii Bobrov from Pixabay

Fonte

 

 

https://blogcq24.net/

Il Network dei Blogger indipendenti seguici su Telegram

Rispondi