Prima Pagina>Cronaca>Basket: Super Milano al Paladesio, colpi esterni importanti per Varese e Reggio Emilia
Cronaca

Basket: Super Milano al Paladesio, colpi esterni importanti per Varese e Reggio Emilia

Milano rimane ancora imbattuta mentre Venezia perde nuovamente in casa. Si confermano Avellino e Cremona, dietro Torino e Reggio Emilia lasciano in ultima posizione la sempre più deludente Trento: campionato avvincente

L’Olimpia fa 9 su 9 in campionato e si riprende così dalla clamorosa sconfitta di giovedì sera in Eurolega contro Gran Canaria.  Milano si conferma imbattibile in Italia ed anche Cantù si deve arrendere sotto i colpi della banda di Pianigiani.  I brianzoli provano sin dall’inizio a rispondere alle giocate offensive dell’Olimpia e riescono grazie alla fisicità sotto canestro di Jefferson a rimanere in partita fino all’intervallo.  Nella seconda metà di gara a fare la differenza è però la panchina biancorossa, Kuzminskas e Bursns realizzano rispettivamente 20 e 15 punti, la squadra di Pashutin non reagisce e Milano chiude prima il terzo quarto a +12 e dilaga poi fino al 74- 101 finale.  La sorpresa della nona giornata arriva dal Taliercio dove Venezia viene superata da Varese per 61-66, incassando così la seconda sconfitta interna consecutiva in campionato.  Nel primo quarto la squadra di De Raffaele è dominante, Stone realizza quattro triple e la Reyer si porta avanti 26-13.  I veneti non hanno però continuità e nei due quarti centrali realizzano appena 17 punti, Varese prima la raggiunge e poi scappa.  Inutili i tentativi di rimonta finali di Venezia con De Nicolao e Haynes.  Sorride dunque l’Openjombetis che, nonostante il pessimo avvio di gara, non perde la concetrazione e riesce a ritrovare la solidità difensiva solita.  Rimane al terzo posto, insieme a Varese, anche Avellino che supera a fatica Pesaro e si riprende dalle due sconfitte casalinghe fra campionato e coppa.  Decisivo Cole che a 4 secondi dalla fine si precipita su Blackmon, rubando palla e non consentendo alla guardia della Vuelle di tirare il possibile canestro della vittoria.  Successo importante anche per Cremona che, dopo le sconfitte di misura con Varese e Milano, ritorna a vincere, superando Trieste per 87-78.  L’Alma, ancora a secco di vittorie in trasferta, chiude il terzo quarto in piena parità prima di subire il parziale decisivo di 10-0 che fa scappare i ragazzi di Sacchetti grazie ai canestri di un super Crawford, 24 punti per l’americano, e di Ricci, protagonista con 13 punti solo nell’ultimo quarto.

Si muove anche in fondo la classifica con Torino che nell’anticipo del sabato sera batte Trento e lascia i bianconeri in ultima posizione, ritrovando la via del successo dopo quasi due mesi. Situazione critica per la Dolomiti che sabato prossimo giocherà un match molto importante in chiave salvezza, ospitando una ritrovata Reggio Emilia.  La squadra di Cagnardi è infatti riuscita ad espugnare il PalaPentassuglia, sfruttando il brutto pomeriggio al tiro per Brindisi, da segnalare il 7/30 da 3, e i 29 punti di uno scatenato Aguilar che tira fuori i suoi dall’ultimo posto in classifica.  Vincono anche Pistoia, che batte in volata Brescia al PalaCarrara, e Sassari, che a Bologna rimonta il 25-18 del primo quarto.  Decisivo Scott Bamforth, autore di 27 punti partendo dalla panchina, che pone fine alla striscia di quattro sconfitte consecutive per la Dinamo.

pallacanestro Milano

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *