Prima Pagina>Cronaca>Basket:nasce ‘la Tua Virtus’, Roma lancia piano crowdfunding
Cronaca

Basket:nasce ‘la Tua Virtus’, Roma lancia piano crowdfunding

(ANSA) – ROMA, 20 DIC – Il grande basket capitolino punta ad andare a canestro in un’impresa dove nemmeno il calcio è mai riuscito a far gol. E’ il coraggioso obiettivo della Virtus Roma che oggi, dall’aula Giulio Cesare in Campidoglio, ha lanciato un innovativo progetto di equity crowdfunding ‘Nasce la tua Virtus’, il primo mai tentato nel basket italiano, con l’intento di far entrare i privati nel

Advertisements
capitale sociale. In collaborazione con The Best Equity, la Virtus Roma vuole così crescere sviluppando la partecipazione della propria tifoseria al capitale sociale: la società intende sostenere, progettare e perseguire una serie di investimenti a medio e lungo termine, che permettano di soddisfare e di raggiungere una serie di obiettivi strategici e fondamentali per lo sviluppo del suo brand. Al termine del toccante ricordo dell’ex cestista di Roma e Brescia, Marco Solfrini, il progetto è stato presentato dal direttore marketing Nicola Tolomei che ha anticipato come sia possibile partecipare all’operazione a partire da una quota di soli 250 euro:” Vogliamo essere complementari al calcio, pensiamo che nella pallacanestro ci siano dei valori che ci distinguono mettendo al centro l’amore per Roma”. Entusiasta del progetto il presidente della federbasket Gianni Petrucci: «Noi del basket siamo ambiziosi e vogliamo riuscire ad arrivare dove anche il calcio non è mai riuscito. Faccio un grande in bocca al lupo alla squadra e alla famiglia Toti”. Maggiori dettagli sul progetto verranno rivelati domenica 22 dicembre al PalaSport dell’Eur prima di Virtus Roma-Brescia. Partita che vedrà come match sponsor Daruma Sushi, il primo gruppo romano specializzato nella cucina giapponese: “Oltre a sostenere la Virtus – ha detto uno dei tre fratelli ideatori e proprietari di Daruma Sushi, Alessio Tesciuba – siamo grandi supporter. E viviamo grandi emozioni grazie anche ad un tifo sano”. (ANSA).
   

Fonte

Advertisements

Rispondi