Prima Pagina>Cronaca>Cosa sapere sull’eclissi della “Superluna di Sangue”
Cronaca

Cosa sapere sull’eclissi della “Superluna di Sangue”

eclissi luna rossa sangue lupo

 Afp

Tutti in attesa dell’eclissi lunare totale che avverrà nella notte tra domenica e lunedì, un evento che, così visibile, si ripeterà solo tra oltre dieci anni, il 20 dicembre 2029. La “Superluna di Sangue raggiungerà il suo picco in Italia all’alba, intorno alle 6 del mattino, mostrandosi con il caratteristico colore rosso scuro dovuto alle rifrazioni della luce solare attraverso l’atmosfera della Terra. La luna piena di gennaio viene chiamata del lupo, di qui il nome definitivo: Super Luna di Sangue del Lupo. Il satellite apparirà più grande e più luminoso dal momento che nella sua orbita sarà nel punto più vicino al perigeo, la distanza minima che può raggiungere rispetto alla Terra.

L’eclissi avviene quando Sole, Terra e Luna sono allineati: il nostro pianeta, passando tra il Sole e la Luna, le nasconde la luce, proiettando su di essa un cono d’ombra. Quando la Luna vi si trova completamente all’interno, si ha l’eclisse totale. Il fenomeno durerà circa un’ora: alle 5.41 la Luna inizierà a entrare nel cono d’ombra creato dalla Terra mentre il culmine dell’eclisse sarà raggiunto alle 6.12; l’occultamento totale finirà alle 6.43. 

L’eclissi totale sarà visibile dal Nord e dal Sud America, così come da parte dell’Europa occidentale, Nord Africa, Russia nord-orientale e Pacifico orientale. Mentre ammirare un’eclissi solare a occhio nudo è pericoloso per la salute, nel caso dell’eclissi lunare non c’è bisogno di nessun equipaggiamento speciale.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi