Prima Pagina>Cronaca>COVID-19: “Maria Grazia Dondini il medico che Onora il Giuramento di IPPOCRATE”
Cronaca Sanus Vivere

COVID-19: “Maria Grazia Dondini il medico che Onora il Giuramento di IPPOCRATE”

“Regolerò il tenore di vita per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio, mi asterrò dal recar danno e offesa. Non somministrerò ad alcuno, neppure se richiesto, un farmaco mortale, nè suggerirò un tale consiglio” da il  Giuramento di Ippocrate.

Opinioni a confronto…

Advertisements

“Penso che l’Italia debba provare a raggiungere l’immunità di gregge con la persuasione senza partire dall’obbligatorietà, ma è una valutazione che faremo in corso

Advertisements
d’opera”   si esprime così sul piano per il vaccino contro il covid il ministro della Salute  Roberto Speranza a Che tempo che fa. “Con una campagna spiegheremo perché è fondamentale questo vaccino. E’ interesse di tutti chiudere questa pagina drammatica del nostro paese.  “Siamo alla vigilia di una campagna mondiale, anche se il vaccino non è una bacchetta magica, che ci aiuterà a combattere il virus.

Sul vaccino dobbiamo dare parole molto chiare, è un’arma fondamentale per battere il virus. Per avere l’ok dell’Ema o dell’Aifa, così come degli enti internazionali, c’è bisogno di processi molto rigorosi. Credo molto nelle istituzioni di questo settore, dobbiamo fidarci di loro”, dice Speranza.

Che strano il Covid-19 ha azzerato tutte le malattie,  ormai nessuno muore per tumore ,problemi cardiocircolatori, malattie ipertensive, Morbo di Parkinson, Morbo di Hodgkin , linfomi, Demenza , Alzheimer , e cosi trovo conferma per  questa mia perplessita’  nelle parole  di  un illustre medico fatte ai microfoni di RADIO RADIO la dottoressa  Maria Grazia Dondini dichiara che  “In più di 30 anni di servizio  non aveva mai assistito a tutto questo. Medico di Medicina Generale operante in provincia di Bologna, la Dott.ssa Dondini ha dovuto per la prima volta nella sua carriera trasgredire alle regole del Ministero della Sanità.

E’ successo a febbraio, quando furono stabilite le regole per l’isolamento de pazienti Covid, che si sono tradotte nell’isolamento dei medici di territorio dai propri mutuati, ma ancor peggio ha assistito ad una sparizione  repentina dell’influenza a vantaggio dell’espandersi del coronavirus ,  la curva riportata dall’OMS per quanto riguarda l’andamento dei principali virus dell’influenza nell’emisfero nord del mondo, ha un inaspettato calo repentino proprio a marzo, nel momento del picco dell’infezione da Covid. Un caso? No come testimonia il medico a ‘Un Giorno Speciale’: tutte le diagnosi dal quel momento rientravano nella sintomatologia da Covid, senza approfondimenti e senza la collaborazione dei medici di prima linea.

Il tutto è parte di un sistema profondamente lontano dai principi del giuramento di Ippocrate, come dice la Dott.ssa Dondini: il 2020 ha visto affermarsi regole sanitarie con uno spaventoso retrogusto di profitto, particolare che spesso, nella medicina, si può dimostrare fatale.

Il problema rispetto al giuramento di Ippocrate e al fatto che il medico non andava a visitare il paziente ha delle motivazioni diverse. Io ultimamente ho avuto la fortuna di incontrare il professor Belli, presidente della Commissione Rischi ed Etica Sanitaria, con cui sto collaborando per preparare una denuncia perché ha evidenziato che siano stati completamente stravolti i principi della governance che ha proceduto non negli interessi della salute, ma in direzione contraria. Nel tempo si è asservito a decisioni di natura politica ed economica che partivano dal ministero, a cascata ricadevano sulle regioni e poi sulle ASL. Queste decisioni hanno portato a favorire la medicina del profitto, si sottosta all’accordo vergognoso di cui non si parla tra sindacati maggioritario e una grossissima casa farmaceutica, la Sanofi, che interviene sulla formazione dei medici di medicina generale.
Le persone non lo sanno, ma il medico riceve una quota pro-dose per ogni vaccino che effettua sul paziente, ma non solo, se il medico è particolarmente virtuoso da raggiungere il target di dosi somministrate riceve a fine anno ulteriori incentivi da centinaia di euro”.

Piu’ chiaro di cosi

Ecco l’intervista ai microfoni di Fabio Duranti e Francesco Vergovich.

FONTE: https://www.radioradio.it/2020/11/incentivi-vaccini-case-farmaceutiche-dottoressa-dondini-covid/

di C.S.