Prima Pagina>Cronaca>Da Taranto l’elisir di lunga vita: una birra artigianale
Cronaca

Da Taranto l’elisir di lunga vita: una birra artigianale

Operata all’anca alla tenera età di 104 anni, viene dimessa dopo due giorni e torna a camminare. Ma qual è il suo segreto? “Mangio di tutto e bevo due birre al giorno”. La birra è rigorosamente tarantina

Da ilmattino.it

Advertisements

In piedi a 104 anni due giorni dopo un intervento chirurgico: in ospedale la pensionata ha conquistato medici, infermieri e dirigenti dell’Asl con la sua simpatia e la sua vitalità. 

E a

Advertisements
chi le chiede come faccia a mantenersi così in forma lei risponde: «Mangio di tutto e bevo due birre al giorno».

È una tarantina la nonna che protagonista di questa storia. Nei giorni scorsi, in seguito ad una caduta, è stata ricoverata al SS Annunziata di Taranto dove l’equipe di Ortopedia e Traumatologia diretta dal dottor Lorenzo Scialpi l’ha sottoposta ad un intervento per l’applicazione di una protesi all’anca. Lei, la nonna ultracentenaria, non ha perso tempo e già un paio di giorni dopo si è alzata dal letto. «Voglio tornare a casa – ha detto – ho tanto da fare…».

centenaria taranto

 

La paziente ha ricevuto anche la visita del direttore generale dell’Asl, che ha voluto complimentarsi con lei e i medici. «Operare una persona all’età di 104 anni non è un fatto consueto – ha detto – e ancor più straordinario è il fatto che una persona di questa età superi così brillantemente l’intervento tornando a fare una vita normale».

Tutti contenti, quindi. A cominciare dalla signora che in ospedale ha dovuto dispensare consigli a destra e a manca a chi le chiedeva come fare per mantenersi in forma. E lei non si è stancata di ripetere: magiare di tutto e bere due birre al giorno». Ha anche consigliato cosa bere: una birra prodotta a Taranto.

Rispondi