(ANSA) – VERCELLI, 24 GEN – L’imprenditore svizzero Stephan Schmidheiny è stato rinviato a giudizio a Vercelli per il caso Eternit bis. Il processo si aprirà in Corte d’Assise a Novara il 27 novembre.

Schmidheiny sarà chiamato a rispondere di omicidio volontario in relazione alla morte di 392 persone provocata, secondo l’accusa, dall’amianto lavorato nello stabilimento di Casale Monferrato (Alessandria) della multinazionale. A disporre il rinvio a giudizio è stato il gup Fabrizio Filice.
   

 

 

 

Fonte

Rispondi